Sabato 26 Settembre 2020 | 13:45

NEWS DALLA SEZIONE

Tragedia sfiorata
Foggia, auto contro carro-attrezzi sulla SS16: ferita donna, trasportata in elisoccorso

Foggia, auto contro carro-attrezzi sulla SS16: ferita donna, trasportata in elisoccorso

 
emergenza contagio
Lucera, studente positivo al Covid: convitto chiuso fino al 28

Lucera, studente positivo al Covid: convitto chiuso fino al 28

 
sanità
Foggia, concorso Oss procedono assunzioni dei vincitori: 70 ricorsi respinti dal Tar

Foggia, concorso Oss procedono assunzioni dei vincitori: 70 ricorsi respinti dal Tar

 
controlli della Polizia locale
Foggia, obbligo mascherina all'aperto: fioccano le prime multe

Foggia, obbligo mascherina all'aperto: fioccano le prime multe

 
«In vino veritas»
Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

 
Emergenza contagi
Foggia, 64 i positivi Covid ricoverati nel policlinico Riuniti

Foggia, 64 i contagiati da Covid ricoverati nel policlinico Riuniti
Positivo anche dipendente Amgas

 
Criminalità
Foggia, rubano nel ristornate mentre è in corso blitz interforze

Foggia, rubano nel ristornate mentre è in corso blitz interforze

 
l'operazione
Foggia, escalation rapine: blitz interforze all'alba e controlli a tappeto

Foggia, escalation rapine: blitz interforze all'alba e controlli a tappeto

 
Operazione Ps e Gdf
San Severo, sigilli al «tesoro» del malaffare: sequestrati beni a plupregidicato

San Severo, sigilli al «tesoro» del malaffare: sequestrati beni a noto pregiudicato

 
Ordinanza
Covid Foggia, obbligo mascherina e chiusi domenica i centri commerciali

Covid Foggia, obbligo mascherina e chiusi domenica i centri commerciali

 

Il Biancorosso

serie c
Bari calcio, ds Romairone: «Dalla Coppa Italia buone indicazioni per prossimi acquisti»

Bari calcio, ds Romairone: «Dalla Coppa Italia buone indicazioni per prossimi acquisti»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzadati regonali
Covid, in Basilicata positivi 25 tamponi su 830 nelle ultime 24 h: 15 le persone ricoverate

Covid, in Basilicata positivi 25 tamponi su 830 nelle ultime 24 h: 15 le persone ricoverate

 
Barila proposta
Crac Popolare Bari, Fiera del levante possibile sede del processo

Crac Popolare Bari, Fiera del levante possibile sede del processo

 
GdM.TVTragedia sfiorata
Foggia, auto contro carro-attrezzi sulla SS16: ferita donna, trasportata in elisoccorso

Foggia, auto contro carro-attrezzi sulla SS16: ferita donna, trasportata in elisoccorso

 
TarantoAl Frascolla
Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

 
Batambiente
Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

 
BrindisiControlli dei CC
Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

 

i più letti

LA SENTENZA

Racket a Foggia, 6 condanne: le vittime hanno parlato

Quasi integralmente accolte le richieste dei Pm: pene da 6 a oltre 8 anni. Il blitz con 8 arresti a maggio del 2019

Racket a Foggia, 6 condanne: le vittime hanno parlato

Condannati a complessivi 48 anni e 2 mesi di carcere, 6 foggiani riconosciuti colpevoli di 2 estorsioni aggravate dalla mafiosità ai danni di un barista e del titolare di una autodemolizione che, caso raro nel panorama del pizzo foggiano, hanno ammesso durante le indagini d’essere stati costretti a pagare per timore di ritorsioni. Il gup di Bari Maria Teresa Romita, al termine del giudizio abbreviato che ha comportato la riduzione di un terzo delle pena, ha inflitto 7 condanne (il settimo imputato ha una posizione marginale rispondendo solo di possesso di fuochi pirotecnici), accogliendo quasi integralmente le richieste avanzate dalla Dda.

I 6 imputati ritenuti vicini al clan Sinesi/Francavilla e arrestati nel blitz della squadra mobile del 27 maggio 2019 contrassegnato dall’emissione di 8 ordinanze cautelari in carcere, sono accusati a vario titolo di 1 episodio di detenzione illegale di esplosivo da utilizzare forse per attentati dinamitardi, aggravato dalla mafiosità; 1 possesso ingiustificato di fuochi pirotecnici; e 2 estorsioni al titolare di 2 bar cittadini, e al proprietario di una autodemolizione aggravate dalla mafiosità per i metodi utilizzati e per aver agevolato «una costola della “Società foggiana”». Il barista ha detto d’aver pagato 15mila euro in due tranche tra febbraio e marzo 2019 a fronte di una richiesta iniziale di 50mila euro, oltre a dover consegnare sigarette per 7mila euro; l’autodemolitore ha riferito d’aver versato per 5 anni dal 2014 una tangente mensile di 300 euro, con ulteriore pagamento di 5mila euro a marzo 2019 perché quei soldi dovevano servire - gli fu detto - a aiutare i carcerati e sostenerne le spese legali.

Condannato a 8 anni e 8 mesi Gioacchino Frascolla, 35 anni, accusato di entrambe le estorsioni (8 anni e 6 mesi la pena invocata dal pm Bruna Manganelli). Inflitti 6 anni e 8 mesi (come da richiesta del pm) al fratello Antonio Riccardo Augusto Frascolla di 30 anni, detto «Antonello», che risponde di concorso nel taglieggio all’autodemolitore; 8 anni a Adelio Pio Nardella, 24 anni, accusato di entrambe le estorsioni e di detenzione di materiale esplodente (il pm chiedeva 8 anni e 4 mesi). Stessa pena - 8 anni - per Benito Palumbo , 32 anni, accusato di entrambi i ricatti (8 anni e 4 mesi la richiesta della Dda); 8 anni e 2 mesi al fratello Raffaele Palumbo, 35 anni, imputato dell’estorsione all’autodemolitore (6 anni la richiesta del pm). Condanna a 8 anni e 8 mesi per Sergio Ragno, 42 anni, che risponde di concorso nelle due estorsioni, detenzione illegale di esplosivo, e possesso ingiustificato di fuochi pirotecnici (8 anni e 4 la richiesta della Dda).

Condannato infine a 6 mesi di arresto Ciro Stanchi di 46 anni per il possesso di fuochi d’artificio; inizialmente era accusato a sua volta di concorso con Ragni nel più grave reato di detenzione di materiale esplodente con l’aggravante della mafiosa, poi derubricato in sede di richiesta di condanna nella semplice contravvenzione di detenzione di fuochi pirotecnici non autorizzati e conseguente esclusione dell’aggravante della mafiosità: il pm ne aveva chiesto la condanna a 1 anno di arresto. Dopo l’arresto in occasione del blitz di maggio 2019, Stanchi fu scarcerato il 17 gennaio 2020 dal Tribunale della libertà quando fu accolta la tesi degli avvocati Paolo Ferragonio e Francesco Santangelo: quando nelle intercettazioni si parlava di dover prendere «le cipolle e due fuochi» ci si riferiva non a ordigni per attentati, ma a fuochi pirotecnici per una festa di compleanno.

In 8 furono arrestati dagli agenti della sezione criminalità organizzata della squadra mobile foggiana. L’ottavo imputato dell’inchiesta è il foggiano Mario Clemente, 39 anni, che risponde di concorso nell’estorsione ai danni del titolare di due bar cittadini, la cui posizione fu stralciata da quella dei 7 coimputati durante l’udienza preliminare e venne rinviato a giudizio: il processo nei suoi confronti si svolge con rito ordinario davanti alla sezione collegiale del Tribunale di Foggia.

L’accusa poggia su intercettazioni e dichiarazioni delle due vittime dei taglieggi, caso raro nel panorama delle indagini sulla mafia del pizzo in città. Il pm della Dda in requisitoria e in una memoria difensiva aveva ripercorso le tappe dell’indagine, che è uno stralcio dell’inchiesta ancora in corso sull’omicidio di Rodolfo Bruno, malavitoso ucciso a Foggia il 15 novembre del 2018 da 3 killer ancora ignoti. Dalle intercettazioni emersero frizioni all’interno dei clan della «Società» e il presunto coinvolgimento di alcuni degli imputati in due estorsioni. Gli avvocati Paolo Ferragonio, Rosario Marino, Francesco Santangelo, Ettore Censano, Paolo Mongiello avevano chiesto in arringa assoluzioni, e in subordine esclusione dell’aggravante mafiosa e condanne al minimo della pena. Il giudice depositerà le motivazioni della sentenza di condanna entro 90 giorni, durante questo periodo è sospesa la decorrenza dei termini di carcerazione: molti imputati sono detenuti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie