Sabato 12 Giugno 2021 | 14:12

NEWS DALLA SEZIONE

Il blitz
San Severo, rapina all'eurospin

San Severo, assalto all'Eurospin: presa la baby gang

 
Il caso
Foggia, gira in città con un cartello con insulti a Procuratore Vaccaro: fermato

Foggia, gira in città con un cartello con insulti a Procuratore Vaccaro: fermato

 
Il caso
Vieste, nel centro turistico un autonoleggio dedito alle truffe

Vieste, nel centro turistico un autonoleggio dedito alle truffe

 
verso le elezioni
Cerignola, L’incandidabilità di Metta? Un terremoto politico in città

Cerignola, L’incandidabilità di Metta? Un terremoto politico in città

 
Criminalità
Biccari, assalto al bancomat della Popolare pugliese

Biccari, assalto al bancomat della Popolare pugliese

 
Il caso
Esami truccati all'Università di Foggia, 7 assoluzioni e 1 condanna

Esami truccati all'Università di Foggia, 7 assoluzioni e 1 condanna

 
Il caso
Foggia, ex presidente consiglio Iaccarino torna in libertà

Foggia, ex presidente consiglio Iaccarino torna in libertà

 
La novità
Foggia, Coldiretti organizza vaccinazioni anti-Covid per aziende agricole ed extracomunitari

Foggia, Coldiretti organizza vaccinazioni anti-Covid per aziende agricole ed extracomunitari

 
L'iniziativa
Foggia, al Policlinico Riuniti arriva macchinario di ossigenazione extracorporea per pazienti Covid gravi

Foggia, al Policlinico Riuniti arriva macchinario di ossigenazione extracorporea per pazienti Covid gravi

 

Il Biancorosso

La novità
Bari, Ciro Polito è il nuovo direttore sportivo

Bari, Ciro Polito è il nuovo direttore sportivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barigiustizia svenduta
Bari, «Il milione nascosto negli zainetti? Erano gli onorari del mio lavoro»

Bari, avvocato Chiariello: «Il milione nascosto negli zainetti? Erano gli onorari del mio lavoro»

 
Potenzalavori pubblici
Potenza, Ponte Musmeci, restauro alla Fhecor Ingenieros

Potenza, Ponte Musmeci, restauro alla Fhecor Ingenieros

 
MateraVaccini
Matera, immediata sospensione Astrazeneca sugli under 60

Matera, immediata sospensione Astrazeneca sugli under 60 Il bollettino odierno

 
TarantoLa tragedia
Taranto, Infortunio mortale alla foce del Tara

Taranto, Infortunio mortale alla foce del Tara

 
Brindisila campagna
Brindisi, Necropoli, in partenza la ricerca archeologica a Torre Guaceto

Brindisi, Necropoli, in partenza la ricerca archeologica a Torre Guaceto

 
LecceLa novità
Lecce, festa di Sant’Oronzo non si farà la processione

Lecce, festa di Sant’Oronzo non si farà la processione

 

i più letti

Criminalità

Cerignola, l'omicidio di Cirulli forse per uno sgarro ai boss

Non si esclude una ripresa della guerra tra i clan locali

Cerignola, l'omicidio Cirulli forse per uno sgarro ai boss

foto Maizzi

CERIGNOLA - Sono ancora in corso le indagini per far luce sull’omicidio di Cataldo Cirulli avvenuto a Cerignola nella mattinata di venerdì 31 luglio. Il 49enne è stato freddato intorno alle 7 mentre era a bordo di ciclomotore in via Urbe, quartiere Torricelli, mentre si dirigeva a lavoro. Undici i bossoli ritrovati, diversi i colpi mortali al petto e alla schiena che ne hanno causato il decesso immediato. Recentemente la vittima era in prova ai servizi sociali.

E’ stata un’esecuzione in piena regola. Su questo non hanno dubbi i carabinieri di Cerignola, le cui indagini sono coordinate dal pm Alessio Marangelli dalla Procura di Foggia. Si indaga a 360 gradi per comprendere le ragioni dell’omicidio avvenuto sotto gli occhi di tutti.

Cirulli è stato raggiunto mentre era a bordo del suo scooter e colpito a morte, probabilmente da una sola persona. O forse, si ipotizza, vi fosse proprio un appuntamento con quello che poi è diventato il killer.

La vittima aveva precedenti penali per reati contro il patrimonio; condannato ad otto anni per un omicidio commesso nel 1988, quando era ancora minorenne, era conosciuto alle forze dell’ordine per reati di furto, rapina e ricettazione. Il suo nome finì nell’operazione “Demetra” (2014) volta a sgominare un sistema di rapine ai danni di automobilisti e autotrasportatori e una vera e propria associazione per delinquere gerarchicamente definita e finalizzata a compiere furti di rilevanti quantitativi di merci di natura alimentare, custoditi in depositi di stoccaggio presenti sul territorio nazionale.
Si indaga sul movente, che potrebbe essere un conto in sospeso con persone della criminalità organizzata del posto o la vendetta per uno sgarro. Tuttavia non viene al momento esclusa anche la pista passionale o implicazioni di tipo personale.

Gli inquirenti stanno ricostruendo le ultime ore di vita dell’uomo, approfondendo i contatti, anche telefonici, avuti nei giorni scorsi con persone che potrebbero avere legami con la criminalità organizzata.

Anche il vissuto personale di Cirulli negli ultimi tempi è al vaglio, così come sono state acquisite diverse immagini di circuiti di videosorveglianza posti in zona: l’obiettivo è far luce nel più breve tempo possibile per evitare nuovi spargimenti di sangue.
Infatti preoccupa nella città ofantina la sequenza di eventi: lo scorso 6 giugno era toccato al 47enne Maurizio Ricciardi, scampato per miracolo ai colpi di una mitraglietta. Poi venerdì mattina l’agguato a Cirulli, stavolta però per la vittima non ha avuto scampo.

Il ritorno alle armi nella città della “criminalità degli affari” preoccupa e non poco i vertici delle forze dell’ordine. Non si esclude un possibile nuovo invio di uomini nel centro ofantino per intensificare i controlli, che già nelle ore immediatamente successive al delitto sono parsi più serrati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie