Sabato 11 Luglio 2020 | 19:56

NEWS DALLA SEZIONE

Furto e riciclaggio
Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

 
Lavoro
Foggia, Comune torna ad assumere dopo 20 anni: concorso per 75 persone

Foggia, Comune torna ad assumere dopo 20 anni: concorso per 75 persone

 
Sanità
Manfredonia, mammografie liste interminabili al San Camillo

Manfredonia, mammografie liste interminabili al San Camillo

 
Il caso
Foggia, sgomberate altre 13 famiglie nel centro storico

Foggia, sgomberate altre 13 famiglie nel centro storico

 
controlli Polizia locale
Vieste. vendita merce contraffatta sulle spiagge: allontanati 5 venditori ambulanti con Daspo

Vieste, vendita merce contraffatta in spiaggia: allontanati 5 ambulanti con Daspo

 
Borsa Merci
Foggia, grano, nuovo agguato sul prezzo: abbassato di 2 euro a quintale, l'ira degli agricoltori

Foggia, grano, nuovo agguato sul prezzo: abbassato di 2 euro a quintale, l'ira degli agricoltori

 
la tragedia
Vieste, avverte malore in mare e annega «Nanu», braccio destro di Vallanzasca

Vieste, avverte malore in mare e annega «Nanu», braccio destro di Vallanzasca

 
fase 3
Foggia, dopo 4 mesi riapre mercato settimanale

Foggia, dopo 4 mesi riapre mercato settimanale FOTO

 
attimi di tensione
Foggia, aggredisce poliziotti e sputa ai passanti: arrestato ghanese 35enne

Foggia, aggredisce poliziotti e sputa ai passanti: arrestato ghanese 35enne

 
questa mattina
Bari, protesta braccianti agricoli davanti sede della Regione

Bari, protesta braccianti agricoli davanti sede della Regione

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, si avvicina la sfida playoff, Simeri: «Daremo tutto»

Bari, si avvicina la sfida playoff, Simeri: «Daremo tutto»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatMusica
Piero Pelù torna in Puglia per Battiti Live: immortalato ai piedi di Castel Del Monte

Piero Pelù torna in Puglia per Battiti Live: immortalato ai piedi di Castel Del Monte

 
GdM.TVL'intervista
Racale, chi rapì il piccolo Mauro? La mamma: « Dopo 43 anni chiediamo la verità e che torni a casa»

Racale, chi rapì il piccolo Mauro? La mamma: « Dopo 43 anni chiediamo la verità e che torni a casa»

 
GdM.TVTurismo
Lo spot per promuovere le bellezze della Puglia: Toti e Tata diventano cartoon

Lo spot per promuovere le bellezze della Puglia: Toti e Tata diventano cartoon

 
TarantoVino
Primitivo di Manduria, stop di 3 anni a crescita dei vigneti

Primitivo di Manduria, stop di 3 anni a crescita dei vigneti

 
FoggiaFurto e riciclaggio
Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

 
PotenzaIstruzione
Basilicata, Medicina: manca solo la firma, dal 2021 qui 60 matricole

Basilicata, Medicina: manca solo la firma, dal 2021 qui 60 matricole

 
BrindisiCriminalità
Fasano, presto le ronde contro i furti nelle abitazioni

Fasano, presto le ronde contro i furti nelle abitazioni

 
MateraIl ritrovamento
Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

 

i più letti

nel Foggiano

Vieste, 4 cani nelle chiese della città per cercare famiglia

L'iniziativa per sensibilizzare le adozioni

Vieste, 4 cani nelle chiese della città per cercare famiglia

Si chiamano Zeus, Milo, Shirley, Cleopatra e Wonder e sono i cinque cani che da domenica prossima parteciperanno alla messa festiva nella Cattedrale e in quattro parrocchie di Vieste. Saranno i sacerdoti nelle funzioni di questa mattina ad annunciarlo: durante le celebrazioni eucaristiche domenicali prima di Natale presenteranno ciascun cane.

L’animale poi sosterà con i volontari sul sagrato, in attesa dell'uscita dei fedeli, tutti possibili nuovi proprietari dei quattrozampe. Sì, perché questi cinque trovatelli accolti dalla Lega nazionale del cane cercano una casa e una famiglia entro fine anno e così il Canile sanitario del centro garganico non avrà più ospiti, uno dei grandi obiettivi raggiunti da Francesca Toto, esperta di marketing e comunicazione, ideatrice del progetto «Zero cani in canile» che Vieste sta esportando in tutt'Italia.
Il vescovo della Diocesi, padre Francesco Moscone e con lui i sacerdoti don Gioacchino della Cattedrale, don Tonino della parrocchia Gesù Buon Pastore, don Celestino di Santa Maria delle Grazie, don Angelo del Santissimo Sacramento e don Michele di San Giuseppe Operaio, hanno offerto subito la loro disponibilità a trasformare le chiese in strumento di adozione degli ex randagi, che grazie alla Lndc hanno superato storie di violenza e di abbandono.

Episodi sempre meno numerosi, va detto, almeno sul territorio viestano, perché «Zero cani in canile», che va avanti da circa dieci anni, ha realizzato senza costi per la comunità iniziative efficaci per ridurre le sofferenze di cuccioli e adulti lasciati per strada. Come la costituzione del Nucleo tutela benessere animale, composto da tutte le forze dell'Ordine: gli agenti sono stati dotati di rilevatori di microchip per verificare, a ogni controllo di auto, la presenza nell'abitacolo di cani di cui, attraverso il chip appunto, viene identificata la provenienza. Così è stato arginato il fenomeno del massiccio abbandono di cani deportati, soprattutto dalla vicina Peschici. Perché un altro grosso rischio dal quale va salvato il migliore amico dell'uomo è il «vagantismo», cioè il vagare per abitati e campagne di cani padronali estromessi da casa. E il passo dall'incuria al maltrattamento è breve, per questo dopo l'adozione sotto l'albero di questi cinque musetti irresistibili, al Comune di Vieste nascerà un ufficio che, in collaborazione con i Servizi sociali, farà prevenzione delle violenze in famiglia. Un cane maltratto, hanno appurato i volontari, è spesso la spia di bambini e donne in difficoltà tra le mura domestiche.

L'educazione è basilare e da qui parte un altro intervento che la vulcanica Francesca e gli altri volontari viestani attueranno dal 5 dicembre nelle prime classi elementari: daranno a ogni bambino un peluche, ciotole, croccantini e buste per raccogliere la cacca del cane e ciascun piccolo si impegnerà ad accudire il finto cane ogni giorno, dandogli da mangiare e portandolo fuori per i bisogni. In questo modo sarà più semplice inculcare nei bimbi e nelle rispettive famiglie l'idea che il cane va rispettato e non mollato dove capita alla prima difficoltà.

A Vieste la sensibilità verso i compagni di vita scodinzolanti è molto aumentata negli ultimi anni grazie al proselitismo dei volontari: sono 60 (quasi la totalità) gli stabilimenti balneari che accolgono i cani ed a caratterizzare la città del faraglione Pizzomunno come «animal friendly» vi sono anche le visite in Cattedrale consentite ai turisti con quattrozampe al seguito e i gelati per cani preparati con ingredienti che non danneggiano il loro organismo.
Non tutto è perfetto e resta ancora da vincere la battaglia a colpi di multe contro i proprietari abbandonatori seriali di deiezioni canine. I cani sull'altare per cercare una famiglia sono però un precedente che, per quanto non vietato dal diritto canonico che demanda al parroco la decisione su chi ospitare, va ad integrare l'ammissione delle bestiole in chiesa, sempre più frequente, a matrimoni e funerali della famiglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie