Martedì 17 Settembre 2019 | 04:43

NEWS DALLA SEZIONE

Lotta alla droga
Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

 
Incidente stradale
San Severo, scontro tra auto e camion su SS16: morto un 60enne

San Severo, scontro tra auto e camion su SS16: morto un 60enne

 
tragedia nel Foggiano
Tremiti, cade dal tetto mentre monta grondaia: muore operaio

Tremiti, cade dal tetto mentre monta grondaia: muore operaio

 
i roghi
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 
Nel foggiano
Cerignola, in casa hashish e una targa clonata: arrestato 26enne

Cerignola, in casa hashish e una targa clonata: arrestato 26enne

 
Nel foggiano
Manfredonia, da 40 anni botte e violenze dal marito ormai 70enne: arrestato

Manfredonia, botte e violenze contro la moglie da 40 anni: arrestato 72enne

 
nel foggiano
Cerignola, GdF sequestra 13mila piante di marijuana: avrebbero fruttato 4mln di euro

Cerignola, GdF sequestra 13mila piante di marijuana: avrebbero fruttato 4mln di euro

 
Musica
Foggia, in fila dalle 7 del mattino per il concerto di Ezio Bosso

Foggia, in fila dalle 7 del mattino per il concerto di Ezio Bosso VD

 
La manifestazione
San Severo dice stop all'omofobia: in 300 sfilano con Luxuria

San Severo dice stop all'omofobia: in 300 sfilano con Luxuria

 
Il caso
«Non ti affitto casa perché sei nata a Foggia», choc nel Milanese

«Non ti affitto casa perché sei nata a Foggia», choc nel Milanese

 
Il caso
Estorce soldi a donne vittime di violenze: foggiana presidente di una onlus arrestata in Romagna

Estorce soldi a donne vittime di violenze: foggiana presidente di una onlus arrestata in Romagna

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari pensa in grande, la Reggina per volare

Bari pensa in grande, la Reggina per volare

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLotta alla droga
Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

 
BariIl bando
Servizio civile all'Università di Bari: 118 posti per giovani volontari

Servizio civile all'Università di Bari: 118 posti per giovani volontari

 
MateraNel Materano
Frana Pomarico, Bardi: «In arrivo un piano specifico per le nuove case»

Frana Pomarico, Bardi: «In arrivo un piano specifico per le nuove case»

 
Tarantonel tarantino
Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

 
LecceLa tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
BatL'evento
Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

 
PotenzaLa challenge
Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

 
BrindisiL'omicidio
Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: oggi i funerali

 

i più letti

Vantaggi economici

Foggia, Zone speciali: corsa alle aree residue libere

Gatta riunisce la cabina di regia, Porreca: «Ma pochi ettari anche per Foggia»

Foggia, Zone speciali: corsa alle aree residue libere

FOGGIA - Via all’operazione recupero per le Zes, le Zone economiche speciali che vedono la Capitanata con i suoi 442 ettari riconosciuti giocare in difesa rispetto a tutte le altre province che di aree dotate di agevolazioni fiscali e di semplificazioni amministrative a beneficio di nuovi investimenti ne hanno avute molte di più. La polemica con la Regione, come si ricorderà, è stata innescata dal presidente della Camera di commercio, Fabio Porreca, ma solo ora la maggior parte dei comuni (specie quelli che si ritrovano fuori) sembrano essersene accorti a giudicare dalle reazioni. Che la Capitanata fosse marginale in questo ragionamento di programmazione imprenditoriale lo aveva segnalato, prima che venissero assegnate le aree, il presidente della Provincia, Nicola Gatta, il quale in veste di sindaco di Candela sollecitò nel corso di un convegno di Confindustria, il presidente dell’Autorità di sistema del mar Adriatico, Patroni Griffi, a «non tenere fuori le aree industriali di Ascoli-Candela e di Cerignola» che difatti hanno ricevuto in extremis la loro quota (16,80 ettari Ascoli, 13,13 Candela, 23,30 Cerignola. «Superfici assolutamente insufficienti specie per quanto riguarda il distretto industriale di Cerignola - osserva Porreca - esattamente come pure l’area industriale di Foggia è sottodimensionata (153,13 ettari: ndr) rispetto alla sua reale estensione».
Ma poi c’è tutto l’alto Tavoliere dimenticato, le aree industriali di Lucera e Bovino completamente escluse dalla Zes. Ora per rientrare si tenta una mossa disperata, o quasi: partecipare al bando della Regione, che scade il 25 ottobre, con una proposta organica che per il momento sembra muoversi soltanto da San Severo e da altri sei comuni dell’area (non c’è Apricena), mentre Lucera pensa di muoversi autonomamente. Il punto della situazione intende farlo Gatta convocando, forse già oggi, la

Cabina di regia degli amministratori locali per mettere ordine sui progetti che ora cominciano a diventare troppi per una provincia sonnolenta su questi temi qual è la Capitanata. «Dobbiamo fare il punto su Zes, Contratto di sviluppo (a breve la pubblicazione delle gare dei primi 13 progetti: ndr) e sul Patto per la Puglia - dice il presidente della Provincia - ora sulle Zes dobbiamo impegnarci per portare in Capitanata il maggior numero delle superfici residuali della Puglia (261 ettari: ndr)».
Ma Porreca alza il tiro sulla Regione, contesta apertamente la composizione del gruppo di lavoro che ha assegnato le Zes e che vede la Capitanata in posizione completamente minoritaria e scarsamente rappresentativa rispetto alle altre province. «Foggia in quel gruppo di lavoro era rappresentata dal presidente dell’Asi, peraltro oggi ruolo ricoperto da un commissario e dai consiglieri regionali. Le altre province avevano un parterre di rappresentanti molto più nutrito, mi spieghino perchè c’era il rettore dell’università di Bari e non quello di Foggia. L’assessore Borraccino (Sviluppo economico: ndr) dice che questa presunta disparità dipende dai Comuni, dalla loro capacità di partecipazione. Ma un’attività di sensibilizzazione dei sindaci andava fatta da parte di chi si pone alla guida di certi processi. Chiediamo una gestione più equa di queste misure e pari opportunità».
L’argomento è stato affrontato ieri anche durante il Consiglio camerale, il presidente di Confindustria, Gianni Rotice, ha sottolineato la necessità che «vengano messe a sistema altre aree per la Capitanata». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie