Martedì 25 Giugno 2019 | 22:26

NEWS DALLA SEZIONE

Ieri sera
Foggia: in 3 tentano di rubare auto, passante chiama cc

Foggia: in 3 tentano di rubare auto, passante chiama cc

 
A san Nicandro Garganico (Fg)
Vuole bere ma il locale è chiuso: 27enne rapina il titolare, preso

Vuole bere ma il locale è chiuso: 27enne rapina il titolare, preso

 
L'annuncio
Foggia, ok da Palazzo Chigi a 43 progetti per 280 mln. Conte: lavoro di squadra

Foggia, ok da Palazzo Chigi a 43 progetti per 280 mln. Conte: lavoro di squadra

 
Tragedia in vacanza
Mare «forza 5» a Vieste: turista si tuffa e muore

Mare «forza 5» a Vieste: turista si tuffa e muore

 
Francesco Ginese
Roma, morto il giovane foggiano rimasto infilzato in un cancello alla Sapienza

Roma, morto il giovane foggiano rimasto infilzato in un cancello alla Sapienza.
La famiglia chiede esequie private

 
Nel foggiano
Cerignola, moto pirata non si ferma all'alt e investe finanziere: è grave

Cerignola, moto pirata non si ferma all'alt e investe finanziere: sta meglio

 
Per reato contro il patrimonio
San Severo, polizia arresta bulgaro ricercato in tutta Europa

San Severo, polizia arresta bulgaro ricercato in tutta Europa

 
Una 79enne
Serracapriola, anziana morta dopo la caduta: sotto accusa i soccorsi

Serracapriola, anziana morta dopo la caduta: sotto accusa i soccorsi

 
Un romeno
Cerignola, ubriaco alla guida scappa: arrestato e scarcerato

Cerignola, ubriaco alla guida scappa: arrestato e scarcerato

 
Preso dai Cc
Vieste, ai domiciliari si affaccia al balcone con un malavitoso: in cella

Vieste, ai domiciliari si affaccia al balcone con un malavitoso: in cella

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Machach, talento francese del Napoliè l'ultima idea intrigante del Bari

Machach, talento francese del Napoli è l'ultima idea intrigante del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa cerimonia
Santeramo, il vicepremier Di Maio inaugura la biblioteca comunale

Santeramo, il vicepremier Di Maio inaugura la biblioteca comunale

 
HomeLa richiesta
ArcelorMittal, i sindacati chiedono incontro urgente con Di Maio

ArcelorMittal, i sindacati chiedono incontro urgente con Di Maio

 
BrindisiL'inseguimento
Fasano, sventato furto nel negozio «Acqua&Sapone»: ladri in fuga

Fasano, sventato furto nel negozio «Acqua&Sapone»: ladri in fuga

 
Batdalla guardia costiera
Trani, 8mila mq di rifiuti vicino alla spiaggia: area sequestrata

Trani, 8mila mq di rifiuti vicino alla spiaggia: area sequestrata

 
LecceIn salento
Tragedia a Torre Chianca: 66enne annega e muore sotto gli occhi dei bagnanti

Tragedia a Torre Chianca: 66enne annega e muore sotto gli occhi dei bagnanti

 
FoggiaIeri sera
Foggia: in 3 tentano di rubare auto, passante chiama cc

Foggia: in 3 tentano di rubare auto, passante chiama cc

 
PotenzaNel potentino
Melfi, rubano 110 pannelli fotovoltaici: denunciati 3 cittadini del Burkina Faso

Melfi, rubano 110 pannelli fotovoltaici: denunciati 3 cittadini del Burkina Faso

 

i più letti

Guerra fra clan

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Avrebbe tentato di uccidere un esponente del clan rivale dei Libergolis per vendicare l'omicidio del boss di Manfredonia Mario Luciano Romito

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Avrebbe tentato di uccidere un esponente del clan rivale dei Libergolis per vendicare l'omicidio del boss di Manfredonia Mario Luciano Romito, tra le vittime del quadruplice omicidio del 9 agosto 2017 in cui furono uccisi anche due ignari testimoni dell’agguato, i fratelli Aurelio e Luigi Luciani. Polizia e Carabinieri, su richiesta della Dda di Bari, hanno arrestato nei giorni scorsi il 42enne Massimo Perdonò, ritenuto esponente di spicco del clan foggiano Moretti-Pellegrino-Lanza, alleato dei Romito di Manfredonia. All’indagato, già in carcere da alcuni mesi nell’ambito dell’inchiesta antimafia 'Decimazione', si contestano i reati di tentato omicidio, detenzione e porto illegale di armi da sparo e rapina, con l’aggravante mafiosa.


Perdonò avrebbe tentato di ammazzare il 18 febbraio 2018 il pregiudicato Giovanni Caterino, uno dei componenti del commando armato responsabile del quadruplice omicidio dell’estate 2017, che è in carcere per il delitto dallo scorso autunno. Per vendicare la morte del boss Romito, Perdonò con altre due persone al momento ignote, armati di fucile e pistola e indossando parrucche, avrebbero inseguito e speronato l’auto su cui viaggiava Caterino, dopo averlo pedinato fin sotto casa. Caterino riuscì a fuggire, mentre i tre rinunciarono all’agguato a causa de danni alla propria vettura e per allontanarsi rapinarono un’altra auto ad un passante. Nei confronti di Perdonò è stata riconosciuta l’aggravante mafiosa per «le modalità dell’agguato», in quanto i membri del commando erano travisati e armati, e per «le circostanze di tempo e di luogo tali da amplificarne la portata ed affermare il predominio del sodalizio di appartenenza» spiegano gli inquirenti, perché "l'agguato è stato commesso di prima mattina e in pieno centro abitato di Manfredonia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie