Sabato 25 Maggio 2019 | 19:53

NEWS DALLA SEZIONE

In largo Risorgimento
Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

 
L'avviso
Trinitapoli, Comune: stop a quel pesticida, è usato troppo

Trinitapoli, Comune: stop a quel pesticida, è usato troppo

 
L'episodio ad aprile
Calci e pugni a trans vicino stazione Foggia: arrestati in 4, due minorenni

Calci e pugni a trans vicino stazione Foggia: arrestati in 4, due minorenni

 
Innovazione
Foggia, la polizia locale diventa hi-tech: multe con il tablet

Foggia, la polizia locale diventa hi-tech: multe con il tablet

 
Lo studio
Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

 
nel foggiano
mattinata

Mafia, amministrazione giudiziaria per ditta allevamento a Mattinata

 
Il ritrovamento
San Severo, auto nascosta tra gli ulivi piena di kalashnikov e maschere

San Severo, auto nascosta tra gli ulivi con kalashnikov e maschere

 
Nel foggiano
Volturara Appula, a 49 anni si taglia con motosega: trovato morto

Volturara Appula, a 49 anni si taglia con motosega: trovato morto

 
La visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 
La tradizione
Trecento bovini dalla Puglia al Molise: ecco la transumanza

Trecento bovini dalla Puglia al Molise: ecco la transumanza

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIn largo Risorgimento
Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

 
LecceDopo un raid
Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

 
BrindisiUn 48enne
Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

 
MateraImpianto Intrec
Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

 
TarantoDai carabinieri
Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

 
BariL'inchiesta
Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 
BatNella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 

i più letti

La visita

Criminalità, capo polizia Gabrielli: «Foggiano area difficile, sottovalutata criminalità»

«Bisogna tenere sempre i piedi per terra. Ma oggi gli sforzi profusi hanno portato a risultati significativi»

Criminalità, capo polizia Gabrielli: «Foggiano area difficile, sottovalutata criminalità»

«La provincia di Foggia è un territorio difficile dove per lungo tempo si è anche sottovalutata la pervasività e l’incisività negativa delle organizzazioni criminali. Ciò nonostante le cose vanno molto bene, sempre compatibilmente alla complessità». Lo ha dichiarato il capo della Polizia di Stato, il prefetto Franco Gabrielli, che a Foggia ha incontrato prima gli agenti che operano in Capitanata, poi i vertici delle forze di polizia in Prefettura.
«Nel Foggiano - ha detto Gabrielli - c'è stata anche una sottovalutazione nelle strutture che si è immaginato dovessero essere al pari della provincia media italiana, senza comprendere che questo territorio aveva alcuni acuti che non avevano nulla da invidiare a territori più blasonati in negativo come Bari, Napoli o Reggio Calabria». «Bisogna tenere sempre i piedi per terra. Ma oggi - ha concluso - sforzi profusi hanno portato a risultati significativi»

(foto e video Maizzi)

«Vivo queste cose con grande tristezza e amarezza, perché è una sconfitta per tutti se chi rappresenta la massima espressione della democrazia, quindi rappresenta i cittadini, diventa oggetto di verifiche antimafia». Lo ha detto il Capo della Polizia di Stato, Franco Gabrielli rispondendo a Foggia a domande dei giornalisti sulle due commissioni nominate dal prefetto su delega del Ministro dell’Interno che stanno verificando nei Comuni di Cerignola e Manfredonia, la possibile sussistenza di forme di condizionamento mafioso nell’attività amministrativa.
«Se si evidenzia la malattia, che purtroppo ci può essere, - precisa Gabrielli - mi piace sottolineare come gli anticorpi che lo Stato riesce a mettere in campo sono nella condizione di intercettare e di porre in una condizioni di non nuocere ulteriore la malattia che si è sviluppata»

La questione della nascita dei ghetti che ospitano migliaia di migranti impiegati nelle campagne del foggiano «è un tema importante sul quale la Prefettura sta svolgendo un ruolo di coordinamento fondamentale. Bisogna costruire percorsi di ricollocazione che vedano la realizzazione di strutture quanto più diffuse, sopratutto laddove questa manodopera, che se pur sfruttata o motivo di azione di caporalato, è comunque fatta da persone legalmente soggiornanti sul territorio nazionale». Lo ha detto il Capo della Polizia di Stato, Franco Gabrielli, rispondendo a Foggia ad una domanda di giornalisti. «Queste persone - ha detto - non possono essere disciolte nel nulla o disperse nell’aria».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400