Mercoledì 23 Ottobre 2019 | 04:27

NEWS DALLA SEZIONE

Criminalità
San Severo, sabotaggi a cantine,: scatta la gara di solidarietà per salvare azienda

San Severo, sabotaggi a cantine: scatta la gara di solidarietà per salvare azienda

 
La curiosità
A Orsara niente Halloween: qui si festeggia la notte di Falò e Teste del Purgatorio

A Orsara niente Halloween: qui si festeggia la notte dei Falò e Teste del Purgatorio

 
Nel Foggiano
San Nicandro Garganico, Gdf scova 60 piante di marijuana stese ad essiccare nel bosco

San Nicandro Garganico, Gdf scova 60 piante di marijuana stese ad essiccare nel bosco

 
Alta velocità
Cerignola, fermato su statale: andava a 193 km/h, il limite era 90

Cerignola, fermato su statale: andava a 193 km/h, il limite era 90

 
nel Foggiano
San Severo, forzano silos in cantina sociale e disperdono mosto: indaga la polizia

San Severo, forzano silos in cantina sociale e disperdono mosto: danni per 1,5 mln di euro

 
dalla corte dei conti
Foggia, danno erariale all'Istituto Zooprofilattico: in 5 condannati a pagare 1 mln di euro

Foggia, danno erariale all'Istituto Zooprofilattico: in 5 condannati a pagare 1 mln di euro

 
Salgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
La relazione
Manfredonia, mafia in Comune: ecco i legami dei politici con i clan

Manfredonia, mafia in Comune: ecco i legami dei politici con i clan

 
L'accordo
Foggia, intesa tra Regione e Comune per 150 case popolari

Foggia, intesa tra Regione e Comune per 150 case popolari

 

Il Biancorosso

la partita
Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI disagi
Bari, tornelli al vecchio tribunale: code e attese, protesta avvocati

Bari, tornelli al vecchio tribunale: code e attese, protesta avvocati

 
LecceUN 22enne
Otranto, adesca minorenne sui social e la violenta: in cella

Otranto, adesca minorenne sui social e la violenta: in cella

 
TarantoA 8 giorni dal via
Taranto, il bluff facoltà di Medicina: Rettore Bari dice stop a lezioni

Taranto, il bluff facoltà di Medicina: Rettore Bari dice stop a lezioni

 
BrindisiDanni a impianto
Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

 
BatIl caso
Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

 
PotenzaSicurezza in città
Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

 
MateraL'intervista
Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

 

i più letti

Patto di sviluppo

Foggia, piano infrastrutture: Emiliano gioca d'anticipo e chiama Conte

La lettera del governatore: «Piena e leale collaborazione col governo», ma c’è un elenco di opere non finanziabili

Foggia, piano infrastrutture: Emiliano gioca d'anticipo e chiama Conte

FOGGIA - Settantotto progetti sono finiti al vaglio di Invitalia e potrebbero trovare cittadinanza nel Contratto di sviluppo istituzionale per la Capitanata che la Presidenza del consiglio autorizzerà a breve con apposito decreto del capo del governo. Ma uno screening sulle opere proposte sarà attuato a breve, forse non tutto sarà finanziabile o comunque potrebbero non esserci i soldi per fare tutto. Comunque si dovrà trovare la sintesi tra i vari interventi, armonizzare e integrare le proposte dei sindaci. Auspicabile che questa sintesi si faccia tra i progetti proposti al governo e quelli già presentati alla Regione. Il presidente della Regione, Michele Emiliano, ha scritto l’ultimo dell’anno una lettera distensiva al premier Giuseppe Conte offrendo «piena e leale collaborazione» della giunta regionale nella predisposizione del Cis sul modello di quanto già avvenuto per la provincia di Taranto (830 milioni finanziati dal governo). Regione e Governo dovrebbero muoversi in sintonia nelle intenzioni del governatore che propone la costituzione del nucleo di valutazione dei progetti proprio sul modello di quanto già fatto per la città jonica, la sede più idonea secondo il presidente della Regione in cui esaminare i progetti, valutarli secondo quelle che sono già state le esperienze attuate in questo ambito dal governo regionale. Non tutti i progetti finanziabili per la provincia di Foggia, di quelli attualmente all’esame della giunta regionale, potranno infatti essere finanziati e questo Emiliano lo scrive chiaramente al premier Conte.

SERVE IL PARACADUTE E allora ecco l’esigenza di avvalersi del nucleo di valutazione: una sorta di paracadute che consenta di recuperare iniziative potenzialmente valide ma che non troverebbero accoglienza nel portafoglio dei fondi strutturali attivabili per la Puglia. «La costituzione del Nucleo tecnico di Valutazione, con la presenza della Regione al suo interno e le medesime modalità di lavoro del Nucleo Tecnico già attivato nell’ambito del Cis di Taranto - scrive Emiliano a Conte - rappresenta la sede più appropriata per effettuare una verifica tecnica congiunta di tutte le progettualità candidate e da presentare da parte del territorio che verranno sottoposte all’attenzione ed eventuale approvazione del Tavolo Interistituzionale che presiede all’attuazione del Cis». Tra governo e Regione dovrebbe scoccare ora una sorta di pace istituzionale, dopo le baruffe al tavolo del 27 scorso in Prefettura a Foggia con il culmine della mancata convocazione del presidente della Regione (Emiliano, com’è noto, si è presentato ugualmente alla riunione chiedendo peraltro conto del mancato invito). La preoccupazione del governatore adesso sembra essere quella di fare sintesi e gioco di squadra per fare in modo che le due opportunità collimino e/o si integrino, a beneficio di un territorio che sconta un arretramento socio-economico da anni certificato dalle classifiche sulla qualità del benessere.

PROGETTI ESCLUSI Di qui l’invito del governatore a Palazzo Chigi: «Molti dei progetti riguardanti la provincia di Foggia resteranno esclusi dai finanziamenti regionali a causa della insufficiente dotazione finanziaria a valere sulle risorse comunitarie e nazionali, essendo stati presentati all’interno di graduatorie che riguardano l’intero territorio regionale». Emiliano fa riferimento ai progetti «che riguardano l’efficientamento energetico degli edifici pubblici, la rigenerazione e lo sviluppo urbano delle città di piccola e di media dimensione, la qualificazione della gestione integrata delle risorse idriche, l’adeguamento infrastrutturale degli edifici scolastici, la realizzazione di nuovi investimenti industriali e la qualificazione di quelli già esistenti con particolare riferimento alla trasformazione e commercializzazione delle produzioni agroalimentari e di quelli a vocazione turistica». E allora Regione e governo dovrebbero promuovere un piano d’azione per recuperare quelle iniziative che rischiano di andare perdute.

ALTA POLITICA La formale sottoscrizione del Contratto (entro gennaio la firma del decreto, secondo quanto promesso da Conte a Foggia) dovrebbe rappresentare un momento di alta politica - se lo augurano i cittadini foggiani - e non costituire un pretesto per alzare ancora barricate tra l’uno e l’altro schieramento politico peraltro alla vigilia delle scadenze elettorali prossime con le amministrative e il voto per il Parlamento europeo. Emiliano auspica un condivisione di questo tipo: «L’imminente formale costituzione del Cis - rileva nella lettera a Conte - costituisce un’opportunità di grande rilievo per promuovere una proficua cooperazione interistituzionale finalizzata a favorire la realizzazione di progetti di primario interesse per il territorio sia dal punto di vista ambientale, sia per quanto concerne lo sviluppo economico ed occupazionale». Un momento di ricucitura istituzionale dunque la lettera al presidente del Consiglio, un’offerta di «piena e leale collaborazione della Regione alla predisposizione del Cis della Capitanata» che il governo avrà modo adesso di considerare dopo la falsa partenza del mancato invito al presidente della Regione di giovedì 27. Una mossa lungimirante quella di Emiliano per prevenire future ed eventuali incomprensioni con il governo in un momento in cui c’è bisogno di remare tutti nella stessa direzione. Nella sua lettera il presidente ricorda, infine, di aver portato all’attenzione del presidente Conte «come la Regione Puglia abbia già avuto modo di sensibilizzare negli ultimi mesi i Comuni e gli operatori privati presenti sul territorio alla presentazione di progetti cantierabili di grande rilievo per le prospettive di sviluppo locali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie