Sabato 20 Aprile 2019 | 12:13

NEWS DALLA SEZIONE

Contratto di sviluppo
Distretto agroindustria, Foggia vuole 100 milioni

Distretto agroindustria, Foggia vuole 100 milioni

 
L’operazione della Dia
Mafia e droga, maxi blitz della polizia: arrestati boss del Gargano

Blitz antidroga della polizia: 10 arresti tra cui boss del Gargano

 
Il caso
Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

 
Il 4 maggio
Conte torna in Puglia per 100 anni Bcc di San Giovanni Rotondo

Conte torna in Puglia per 100 anni Bcc di San Giovanni Rotondo

 
Accoglienza
Borgo Mezzanone, migranti cercano un altro ghetto

Borgo Mezzanone, migranti cercano un altro ghetto

 
Criminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
Operazione dei cc
Monte S.Angelo, pregiudicato morì per faida tra clan: 2 arresti

Monte S.Angelo, pregiudicato morì per faida tra clan: 2 arresti. A indagini collaborò anche carabiniere ucciso

 
Dopo la sparatoria
Cagnano Varano, il carabiniere ferito lascia la terapia intensiva

Cagnano Varano, carabiniere ferito lascia la terapia intensiva: «Perdonare? Non so»

 
Incidente sulla Lucera - Biccari
Foggia, carambola tra 5 auto: sul posto arriva l'elisoccorso, 10 feriti

Foggia, carambola tra 5 auto: 10 feriti, interviene l'elisoccorso 

 
I fondi
Il Miur dovrà liquidare 7 mln all'Università di Foggia

Il Miur dovrà liquidare 7 mln all'Università di Foggia

 
La baraccopoli
Migranti, ruspe abbattono baracche nel ghetto di Borgo Mezzanone

Migranti, ruspe abbattono 19 baracche nel ghetto di Borgo Mezzanone VD

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceLite in famiglia
Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

 
BatLotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
BariSgominata banda
Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

 
PotenzaElezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 
MateraTradizioni culinaria
Pasqua animalista? No grazie, i lucani non rinunciano ad agnelli e capretti

Pasqua animalista? No grazie, i lucani non rinunciano ad agnelli e capretti

 
TarantoL’edificio è in piazza Ebalia
Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

 
FoggiaContratto di sviluppo
Distretto agroindustria, Foggia vuole 100 milioni

Distretto agroindustria, Foggia vuole 100 milioni

 
BrindisiTurismo
«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

 

Nel foggiano

Torremaggiore, incendiata auto dirigente Sanitaservice

L'auto era di Giovanni Petta, 44 anni, consigliere comunale. Forse protesta alla scadenza dei contratti di 48 soccorritori nella zona

Foggia, l’Asl rassicura  Sanitaservice va avanti

La notte scorsa è stata incendiata l’auto aziendale di Giovanni Petta, di 44 anni, consigliere comunale di opposizione al comune di Torremaggiore e dirigente locale della 'Sanitàservice', società che gestisce numerosi servizi della Asl per conto della Regione Puglia. «Temiamo - commenta l’amministratore unico della Sanitaservice, Massimo Russo - che l’atto incendiato compiuto ai danni del nostro dirigente possa essere riconducibile alla scadenza dei contratti di 48 soccorritori in tutta la Capitanata». Secondo la ricostruzione dell’accaduto, ignoti hanno incendiato la 'Fiat 500 X' che è stata distrutta dalle fiamme. L’auto è di proprietà della Sanitàservice, in uso al dirigente Petta. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e non sono state ritrovate tracce di liquido infiammabile. La zona è sprovvista di telecamere per la videosorveglianza. Ascoltata dagli inquirenti, la vittima non avrebbe fornito elementi utili alle indagini dei Carabinieri.


«I 48 soccorritori - aggiunge Petta - hanno lavorato ininterrottamente per un anno e mezzo ma con impegni variabili. Dopo l’approvazione del decreto Madia, in tutte le società a controllo pubblico il reclutamento del personale a tempo indeterminato deve rigorosamente passare attraverso un concorso pubblico». «Dal canto nostro - prosegue - abbiamo bandito il concorso le cui prove scritte partiranno a gennaio». Proprio questo concorso - secondo i vertici foggiani di Sanitaservice - avrebbe innescato un clima di tensione tra il personale, clima di cui sono già stati informati gli inquirenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400