Domenica 16 Dicembre 2018 | 14:29

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Foggiano
Troia, centro di salute mentale: due ex ospiti diventano operatrici

Troia, centro di salute mentale: due ex ospiti diventano operatrici

 
Nel Foggiano
A casa di un'anziana confezionavano la droga: 4 arresti a San Severo

A casa di un'anziana confezionavano la droga: 4 arresti a San Severo

 
L'operazione dei cc
Foggia, dalla bomba alla pretesa di 50mila euro: arrestata «La tigre del Gargano»

Foggia, dalla bomba alla pretesa di 50mila euro: arrestata «La tigre del Gargano»

 
Inaugurata la struttura
Lucera, tornano visitabili dopo dieci anni i mosaici di San Giusto

Lucera, tornano visitabili dopo dieci anni i mosaici di San Giusto

 
Ambiente
Wwf denuncia: «Sventrata montagna Gargano per arrivare al mare»

Peschici, «sventrata» montagna per arrivare al mare: area sequestrata

 
Nel foggiano
In 8 mesi 4500 telefonate alla ex: divieto di avvicinamento a Manfredonia

In 8 mesi 4500 telefonate alla ex: divieto di avvicinamento a Manfredonia

 
Record negativo
Cerignola: cinque rapine in poche ore, è allarme

Cerignola: cinque rapine in poche ore, è allarme

 
La decisione del Comune
Da Orsara di Puglia un riconoscimento all'ex brigatista Curcio: è polemica

Da Orsara un riconoscimento all'ex brigatista Curcio: dopo polemica evento annullato

 
Nel foggiano
Torremaggiore, incendiata auto dirigente Sanitaservice

Torremaggiore, incendiata auto dirigente Sanitaservice

 
Di Jean-Marie Benjamin
Ragazzi sulle tracce di Padre Pio: stasera la prima del film

Ragazzi sulle tracce di Padre Pio: stasera la prima del film

 

A Novara i campionati

Spirale aerea, lo sport nato ad Apricena va in mondovisione

La prima a sperimentarlo è stata Giovanna Nargiso, che ora si gioca la chance mondiale

Spirale aerea, lo sport nato ad Apricena va in mondovisione

Brevettato nelle Cave di Apricena da Giovanna Nargiso, la “spirale aerea” è diventato ormai uno sport mondiale tanto che anche importanti mass-media come Sky ed Eurosport seguiranno i campionati mondiali che si terranno a Novara il 15 e 16 dicembre presso il “Pala Eolo.” E l’Associazione “Vertical Studio” di Apricena sarà presente alla World Air Power Atletics Championship non solo con la responsabile internazionale del dipartimenento spirale aerea, la Nargiso, ma anche con una flotta nutrita di atleti e atlete.
La spirale aerea è un attrezzo aereo brevettato in Italia da Giovanna Nargiso, figlia del noto imprenditore della pietra, che ruba la scena alle “caterpillar” tra la pietra apricenese. «La ginnastica aerea - dice subito Nargiso - e in particolare, la spirale in sospensione, nello splendido scenario delle cave di Apricen e uno splendido connubio con la Cava e consente sospensioni uniche al mondo»Ed in effetti in questi anni sono stati tanti gli atleti di livello internazionale che hanno “provato” ad allenarsi nelle vave apricenesi. «E sono rimasti incantati da questi scenari», tiene a precisare Nargiso.


Ed ora la Iapaf, presenta un progetto importante anche grazie ai responsabili Marco Tomasini e Davide Lacagnina e alla responsabile tecnica Erika Ferrari. «Il campionato mondiale sarà uno spettacolo unico - precisa Nargiso -. Per gli atleti della nostra Associazione che rappresntano un po’ tutto il territorio, sarà un’avventura entusiasmante».
Tanti i ragazzi e le ragazze che si misurano con questo attrezzo. «Con la spirale aerea - rimarca ancora Nargiso -, gli atleti hanno la possibilità di eseguire tutta una serie di esercizi in sospensione per implementare il lavoro fuori equilibrio e in isometria. Strutturalmente si tratta di una spirale che ha la possibilità di essere alzata dal terreno. Può essere molto utile anche per aiutare a togliere la rigidità nella parti del corpo visto che si eseguono numerosi lavori. Sono dei movimenti che, poi, a terra ti ritrovi - sottolinea la Nargiso -. Serve anche per mitigare l’impostazione della coreografia che prevede chiaramente lavori di contrazione».


Numerosi i ragazzi del circondario che vivono la palestra dell’Associazione “Vertical Studio” di Apricena. «Basta iniziare e poi ti innammori dell’attrezzo e dei movimenti - conclude Nargiso -. È uno sport per tutti, ragazzi e ragazze. Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti con gli atleti nostri tesserati. Un ringraziamento particolare va ai genitori che spesso fanno anche tanti chilometri per accompagnare i figli presso la nostra palestra. E’ un mondo affascinante, una solo volta e poi sei coinvolto con la spirale, dove atleta e attrezzo diventano un tutt’uno».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400