Lunedì 18 Marzo 2019 | 22:24

NEWS DALLA SEZIONE

Ha 40 anni
Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

 
Nel Foggiano
Emiliano a Carpino per inaugurare nuovo ponte dopo dissesto idrogeologico

Emiliano a Carpino per inaugurare nuovo ponte dopo dissesto idrogeologico

 
nel Foggiano
Serracapriola: ispezione cc nel Comune, sospetti reati contro Pubblica Amministrazione

Serracapriola: ispezione cc nel Comune, sospetti reati contro P.A.

 
Il caso
Foggia, fratello ragazza uccisa 26 anni fa offre 100mila euro a chi darà informazioni

Foggia, fratello ragazza uccisa 26 anni fa offre 100mila euro a chi darà informazioni

 
Dovrebbero essere 360
Foggia, il carcere scoppia: in 12 mesi da 468 a 620 detenuti

Foggia, il carcere scoppia: in 12 mesi da 468 a 620 detenuti

 
Nel Foggiano
Lucera, giornalista minacciato su Facebook, solidarietà OdG e Assostampa

Lucera, giornalista minacciato su Facebook, solidarietà OdG e Assostampa

 
Nel Foggiano
Insulta cc poi finisce contro un palo: arrestato motociclista a S.Severo

Insulta cc poi finisce contro un palo: arrestato motociclista a S.Severo

 
L'elezione
Foggia, Miranda è il nuovo segretario della Lega

Foggia, Miranda è il nuovo segretario della Lega

 
Dalla Polizia
Foggia, 21 enne vicino ai clan preso mentre chiede il pizzo

Foggia, 21 enne vicino ai clan preso mentre chiede il pizzo

 
Il caso
Appalti Ataf a Foggia: nuovamente respinte richieste d'arresto

Appalti Ataf a Foggia: nuovamente respinte richieste d'arresto

 

Il Biancorosso

LE PAGELLE
Iadaresta aumenta il peso offensivoPozzebon grigio: neanche un tiro

Iadaresta aumenta il peso offensivo
Pozzebon grigio: neanche un tiro

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Nel Foggiano

Droga, blitz polizia a San Severo
dopo omicidio boss Russi: 11 arresti
Salvini: «Ruspe anche per loro»

In carcere almeno dieci pregiudicati del posto

Droga, blitz polizia a San Severo dopo omicidio boss Russi: arresti

Un’operazione antidroga si è svolta questa mattina all'alba a San Severo, il Comune del Foggiano dove sabato scorso si è verificato l'omicidio di mafia di un pregiudicato: gli agenti della Polizia di Stato stanno eseguendo numerose misure cautelari in carcere emesse dal gip del Tribunale di Foggia nei confronti di una decina di pregiudicati del posto. Gli stessi, tutti ritenuti essere spacciatori, avrebbero anche collegamenti con la criminalità organizzata. Al blitz hanno preso parte oltre cento agenti di polizia con l'ausilio di un elicottero e del reparto prevenzione crimine. Le misure restrittive sono la prima dura risposta da parte della polizia di Stato e della Procura della Repubblica di Foggia dopo l'ultimo omicidio di mafia avvenuto la mattina di sabato scorso 23 novembre a San Severo dove è stato ucciso il pluripregiudicato Michele Russi.

"Oggi non abbiamo arrestato dei semplici pusher. Oggi abbiamo arrestato dei veri e propri spacciatori di morte". Lo ha detto il questore di Foggia, Mario della Cioppa, intervenendo alla conferenza stampa indetta per illustrare i dettagli dell'operazione antidroga che ha portato all'arresto di 14 pregiudicati di San Severo (Foggia). Dieci sono le persone ora in carcere, uno ai domiciliari; gli altri tre hanno l'obbligo di firma. Le indagini della polizia di Stato hanno riguardato il periodo compreso tra marzo 2017 e febbraio 2018. Tutto è nato - è stato spiegato - a seguito di una perquisizione effettuata a casa di uno degli indagati, Roberto Guidi, chiamato "Robin Hood", da qui il nome all'operazione. Investigazioni che hanno permesso di accertare numerosissimi episodi di spaccio di droga: hashish, marijuana, cocaina ed eroina. Secondo gli inquirenti, gli indagati sono tutte persone ritenute vicine alla criminalità sanseverese, in particolar modo al gruppo facente capo a Franco Nardino e ai noti esponenti Nicola Salvatore e Michele Russi, entrambi uccisi: il primo a maggio 2017 e il secondo sabato scorso. Criptico il linguaggio utilizzato dai pusher. La marijuana, ad esempio era definita "cicoria". Fondamentale nell'attività di spaccio anche il ruolo delle donne anche avevano il compito di avvisare i mariti in caso di controlli da parte della polizia, utilizzando sempre un linguaggio in codice: "vieni a spostare la legna".

I destinatari delle misure cautelari sono:

Vincenzo Barra, alias “Zio Vincenzo”, nato a San Severo (FG) classe 1967 (carcere)
Pasquale Ciliberti, detto “Lino”, alias “Stampllucc”, nato a San Severo (FG) classe 1960 (domiciliari)
Felice Facciolla, nato a San Severo (FG) classe 1980 (obbligo di firma);
Roberto Guidi, alias “Robin Hood” nato a San Severo (FG) classe 1973 (carcere);
Raffaele Maresca, alias “Albano”, nato a San Severo (FG) classe 1982 (obbligo di firma);
Maria Soccorsa Marolla, nata a San Severo (FG) classe 1983 (carcere);
Nicola Ugo Mercaldi, detto “Nico”, nato a San Severo (FG) classe 1991(carcere);
Matteo Nazario Nardino, nato a San Severo (FG) classe 1991 (carcere);
Gennaro Gianni Notarangelo, alias “U Biond”, nato a San Severo (FG) classe 1973 (carcere);
Mariano Rendina, nato a San Severo (FG) classe 1983 (carcere);
Emilia Carmela Sasso, detta “Emily”, nata a San Severo (FG) classe 1985 (obbligo di firma);
Gennaro Tumolo, detto “Rino”, nato a San Severo (FG) classe 1976 (carcere);
Antonello Dario Valerio, alias “U Pazz”, nato a San Severo (FG) classe 1968 (carcere);

Giuseppe Vistola, alias “Fafum”, nato a San Severo (FG) classe 1979 (carcere).

SALVINI: «RUSPA ANCHE PER SPACCIATORI» - «Operazione antidroga nel Foggiano: decine di arresti. Grazie alle Forze dell’Ordine. Avanti con la pulizia, ruspa per mafiosi e spacciatori! La giornata comincia bene, in attesa del via libera definitivo al mio Decreto!». Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400