Domenica 20 Ottobre 2019 | 13:26

NEWS DALLA SEZIONE

Salgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
La relazione
Manfredonia, mafia in Comune: ecco i legami dei politici con i clan

Manfredonia, mafia in Comune: ecco i legami dei politici con i clan

 
L'accordo
Foggia, intesa tra Regione e Comune per 150 case popolari

Foggia, intesa tra Regione e Comune per 150 case popolari

 
Tentato omicidio
San Severo, lite tra rivali finisce a coltellate: ferito giovane, è grave

San Severo, lite tra rivali finisce a coltellate: ferito giovane, è grave

 
definito il piano
Foggia, trasporto locale: la Regione pagherà i chilometri in più dei bus

Foggia, trasporto locale: la Regione pagherà i chilometri in più dei bus

 
Il caso
Foggia, 26 tifosi denunciati per incidenti dopo match con Verona: scattano i Daspo

Foggia, 26 tifosi denunciati per incidenti dopo match con Verona: scattano i Daspo

 
La decisione
Strage in famiglia a Orta Nova: funerale unico per tutti

Strage in famiglia a Orta Nova: funerale unico per tutti

 
Stalking
Foggia, dai domiciliari continua a perseguitare la ex: in carcere 29enne

Foggia, dai domiciliari continua a perseguitare la ex: in carcere 29enne

 
La procura
Foggia, dall'emendamento al numero come la salumeria per l'appuntamento«Un sistema basato sulle clientele»

Foggia, dall'emendamento al numeretto per l'appuntamento: «Continue clientele»

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaInvasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
LecceIL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
BariIl fenomeno
Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

 
FoggiaSalgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
TarantoMARINA MILITARE
Taranto, musica e solidarietà insiemesuccesso del concerto "Note d'autunno"

Taranto, musica e solidarietà insieme successo del concerto "Note d'autunno"

 
BrindisiIl sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 

i più letti

Il caso

Foggia, stop residenza fittizia ai senzatetto

In vigore il nuovo Decreto Sicurezza e un impiegato dell'Asl nega la tessera sanitaria

Foggia, stop residenza fittizia ai senzatetto

Gli effetti del decreto legge Sicurezza promosso dal governo gialloverde si fanno già sentire in Capitanata. Da alcuni giorni l’ufficio Anagrafe del Comune di Foggia non rilascia più la cosiddetta «residenza fittizia» ai senza fissa dimora, una conquista sindacale ottenuta dopo anni di cortei e di proteste delle associazioni che sostengono i diritti degli extracomunitari, in larga parte lavoratori delle campagne che soggiornano nei ghetti. La rete Campagne in lotta non ha esitato a etichettare il provvedimento come un «autentico sopruso». Ma la cancellazione di quei minimi diritti concessi ai migranti non si sarebbe esaurita qui: l’Asl - secondo quanto denunciano alcuni lavoratori (ma il direttore generale Piazzolla smentisce) - non rilascerebbe più la tessera Stp (Straniero Temporaneamente Soggiornante), un dispositivo creato appositamente per garantire un'assistenza sanitaria di base a chi si trova in condizione di irregolarità e chiede come requisito il possesso del permesso di soggiorno.

Per quanto riguarda l’Asl si sarebbe trattato solo di un malinteso: «Qualche impiegato allo sportello si è vestito d’autorità negando la tessera - spiega Vito Piazzolla - ma è stato prontamente riportato all’ordine e redarguito perchè le regole sono sempre quelle, le tessere Stp continuiamo a consegnarle regolarmente ai migranti e chi vuole applicare leggi che non esistono lo faccia a casa sua». Dall’Anagrafe comunale invece confermano quanto riferito dai migranti: «Abbiamo bloccato le nuove iscrizioni dei senza fissa dimora, ci dobbiamo fermare, sono queste le nuove disposizioni dal ministero». In realtà le nuove disposizioni impedirebbero di ottenere la residenza solo alle persone munite di permesso di soggiorno temporaneo, come i richiedenti asilo, ma lascerebbe immutata - così come sottolinea Campagne in lotta - la possibilità di ottenere la residenza per chiunque abbia un altro tipo di permesso valido, come quello umanitario.

Dal Comune però non lasciano spazio a interpretazioni: «La circolare parla chiaro, siamo tenuti ad applicare le nuove disposizioni», rispondono alla Gazzetta . Le conseguenze saranno importanti dopo questa incursione del governo a trazione leghista. La residenza fittizia consente, infatti, di rinnovare il permesso di soggiorno anche in assenza di un contratto di affitto ed accedere a tutti i servizi di base a cui la residenza dà diritto, come l'iscrizione al Servizio sanitario nazionale, la possibilità di avere un contratto di lavoro regolare o di iscrivere i figli a scuola. Le nuove regole «salviniane» potrebbero adesso aprire una nuova stagione di contestazioni da parte dei migranti che vivono stabilmente in questa provincia da anni, lavorano ormai regolarmente nei fondi agricoli e stavano pian pianino ottenendo qualche piccola conquista.

Campagne in lotta si appella adesso al prefetto Mariani: «Non possiamo tacere davanti a questi ennesimi soprusi. È dovere delle istituzioni, primo tra tutti il Prefetto di Foggia, prendere provvedimenti immediati volti ad arginare la proliferazione di abusi ingiustificabili, specialmente quando questi accadono in deroga alle normative vigenti e ledono diritti fondamentali riconosciuti a tutti coloro che sono presenti sul territorio. Gli abitanti e le abitanti dei ghetti del Foggiano - sottolinea ancora la Rete Campagne in lotta - denunciano con forza quanto messo in atto da Comune e Asl e sono pronti e determinati a difendere ciò che hanno conquistato con fatica in questi anni. Non faremo un passo indietro su ciò che è stato ottenuto grazie alla lotta: ci ritroverete nelle strade e nelle piazze, a riprenderci ciò che con l'inganno tentate di sottrarci».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie