Sabato 25 Settembre 2021 | 15:18

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Dopo i disordini a Foggia

Migranti, per la Lega pugliese il Cara di Borgo Mezzanone «va raso al suolo»

Così il parlamentare della Lega, Rossano Sasso, partecipando ad un incontro indetto dai vertici provinciali del Sap

Cara di Borgo Mezzanone, arrestato rifugiato

FOGGIA - «Borgo Mezzanone va raso al suolo nella parte abusiva per tutelare i cittadini e quei migranti regolari sul territorio. Quelli irregolari lì non possono stare. Non possono fare drogherie e salumerie». Lo ha detto questa mattina a Foggia il parlamentare della Lega, Rossano Sasso, partecipando ad un incontro indetto dai vertici provinciali del Sap - Sindacato autonomo della polizia - dopo i disordini avvenuti lo scorso 5 ottobre nelle vicinanze della pista abusiva che circonda il Cara - Centro richiedenti asilo politico - di Borgo Mezzanone, durante l’arresto di un cittadino gambiano e nel corso dei quali, secondo quanto denunciato dal Sap, due poliziotti, dopo essere stati accerchiati da una cinquantina di migranti, sono stati aggrediti e feriti (guariranno rispettivamente in 15 e in 30 giorni).

Il deputato, in compagnia del segretario nazionale del Sap Gianni Tonelli, ha voluto portare la propria solidarietà ai due agenti in servizio presso la stradale di Cerignola rimasti feriti. «Abbiamo assistito ad uno squallido tentativo di mettere su una macchina del fango nei confronti di due uomini che indossano una divisa», ha detto Sasso.

«I miei colleghi hanno avuto un sangue freddo eccezionale - ha precisato Tonelli - La dinamica sembra abbastanza lapalissiana. I due colleghi hanno rischiato la vita ed uno ha riportato la frattura del setto nasale». Il segretario nazionale del sindacato di polizia è poi intervenuto in merito alla diffusione dei video girati sul web e diffusi dalla associazione Compagna in lotta e dalla testata web Terre di Frontiera secondo cui non ci sarebbe stata alcuna aggressione da parte dei migranti. «I filmati - secondo Tonelli - invece parlano chiaro: i due poliziotti sono riusciti ad evitare degenerazioni degli eventi». Mercoledì scorso il gambiano Omar Jallow è stato assolto dall’accusa di lesioni e condannato ad un anno di reclusione per il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

«Abbiamo fiducia nell’azione della magistratura. - ha precisato Rossano Sasso - Ben fa collega Tonelli a presentare una proposta di legge che preveda l’utilizzo delle telecamere su ogni divisa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie