Martedì 23 Luglio 2019 | 13:48

NEWS DALLA SEZIONE

Secondo episodio
Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

 
Nella zona del santuario
S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

 
L'operazione
Reati contro la P.A.: nel Foggiano 3 arresti e 12 misure interdittive, imprenditori e amministratori pubblici

Brogli in gare pubbliche ad Apricena, coinvolto anche sindaco leghista VD

 
Sanità
Foggia sanità service, Emiliano: «firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato»

Foggia, Sanità Service: firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato

 
Nel Foggiano
Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

 
In via La Piccirella
Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

 
La decisione
S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

 
Tra Mattinata e Vieste
Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

 
Autoriciclaggio
Inchiesta Foggia calcio: indagati anche ex vicepresidente Curci e il fratello

Inchiesta Foggia calcio: indagati anche ex vicepresidente Curci e il fratello

 
Policlinico
Foggia, via Pinto chiusa dal 29 luglio: nuova mobilità per l'ospedale

Foggia, via Pinto chiusa dal 29 luglio: nuova mobilità per l'ospedale

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
"Bari, campionato complicatoI tifosi faranno la differenza"

«Bari, campionato complicato. I tifosi faranno la differenza»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoDa venditori ambulanti
Taranto, polizia sequestra 70kg di cozze senza certificato: 2 denunce

Taranto, sequestrati 70kg di cozze senza certificato: 2 denunce

 
PotenzaIn frazione Ciccolecchia
Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

 
MateraLa decisione
Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

 
FoggiaSecondo episodio
Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

 
BrindisiA brindisi
Dipendenti ditta appaltatrice Cerano senza stipendio da mesi: sindacati protestano

Dipendenti ditta appaltatrice Cerano senza stipendio da mesi: sindacati protestano

 
LecceRifiuti
Gallipoli, a Baia Verde spazzatura non ritirata: residenti inferociti

Gallipoli, a Baia Verde spazzatura non ritirata: residenti inferociti

 
BatL'impianto
Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

 
BariA Polignano a mare
Meraviglioso Modugno: a Polignano la serata evento con Tatangelo, Barbarossa, Giordana Angi, Alberto Urso

Meraviglioso Modugno: a Polignano serata evento con Tatangelo, Barbarossa, Angi, Urso

 

i più letti

Strage braccianti

Procura: «No ritardo nei soccorsi, nè coinvolgimento mafia». Indagato autista tir

Il procuratore di Foggia Vaccaro fa il punto sull'inchiesta aperta sull'incidente del 6 agosto. Identificate 7 delle 12 vittime

Foggia, Csm ratifica nominaVaccaro nuovo procuratore

il procuratore di Foggia Vaccaro

«Al momento non sono emersi elementi che facciano pensare ad un coinvolgimento di organizzazioni criminali». Lo dichiara il procuratore di Foggia, Ludovico Vaccaro, con riferimento alle due inchieste aperte dalla magistratura foggiana sull'incidente del 6 agosto scorso, nel quale hanno perso la vita 12 migranti, 11 braccianti agricoli di nazionalità nigeriana e un marocchino che era alla guida del furgoncino. "Con la Direzione Distrettuale Antimafia di Bari siamo costantemente in contatto per uno scambio di informazioni su questo tipo di indagini, - ha spiegato Vaccaro - nelle quali a volte emerge una gestione della manodopera da parte di gruppi mafiosi. In questo caso, però, non abbiamo fino ad ora alcun elemento in tale direzione».

È formalmente indagato per omicidio colposo plurimo e lesioni colpose l’autista del mezzo pensante con il quale si è schiantato il furgoncino con a bordo i 12 braccianti migranti deceduti lunedì scorso. L’iscrizione nel registro degli indagati, precisano fonti della Procura di Foggia che hanno in corso le indagini, è un atto dovuto per svolgere i necessari accertamenti.
Per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente, i magistrati attendono la relazione tecnica affidata ad un consulente che ha svolto i rilievi sul luogo dello schianto, allo svincolo per Lesina sulla Statale 16.
Da una prima ricostruzione dei fatti, però, sembrerebbe chiaro che il furgoncino con a bordo i migranti abbia sbandato autonomamente. Il conducente, un cittadino di origini marocchine anche lui morto, avrebbe perso il controllo del mezzo andandosi a scontrare con il tir e ribaltandosi sull'asfalto.

«Non è sorta alcuna problematica in ordine al tempestivo ricovero presso i presidi ospedalieri ubicati nella provincia di Foggia dei soggetti che hanno riportato lesioni personali a causa del sinistro». Lo precisa in una nota la Procura di Foggia con riferimento all’incidente stradale del 6 agosto scorso sulla Statale 16 all’altezza di Lesina, nel quale sono morti 12 braccianti agricoli migranti e altri due sono rimasti feriti.
«Problematiche si sono registrate - continua la nota della Procura - con esclusivo riferimento alla allocazione delle salme dei soggetti deceduti, attesa la momentanea assenza di celle frigorifere disponibili. Tali problematiche, in ogni caso, sono state risolte e, pertanto, tutte le salme delle vittime risultano deposte presso gli istituti di medicina legale»

Accertamenti sono in corso sulle aziende, una molisana e altre pugliesi, per le quali lavorano i 12 braccianti nigeriani morti il 6 agosto scorso in un incidente stradale all’altezza dello svincolo per Lesina (Foggia) sulla Statale 16. Nell’indagine della Procura di Foggia, al momento a carico di ignoti, si ipotizza il reato di intermediazione illecita di manodopera e sfruttamento del lavoro, cioè di caporalato.
«Un pool di magistrati è al lavoro per accertare le condizioni di lavoro e quelle di trasporto - spiega il procuratore - e anche per capire se il trasporto di braccianti sui campi fosse gestito e organizzato dalle stesse aziende agricole».
Al momento sono state identificate solo sette delle 12 vittime, 11 delle quali erano nigeriane e una sola, l’autista del mezzo, proveniente dal Marocco. I sette erano regolarmente assunti, come risulta dalla documentazione in corso di acquisizione. I due braccianti sopravvissuti all’impatto, e attualmente ricoverati nell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo (Foggia), sono stati già ascoltati dagli investigatori che hanno raccolto le loro dichiarazioni, sia per ottenere indicazioni sulla dinamica dell’incidente, sia per avere informazioni su tempi, compensi e modalità del loro lavoro nei campi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie