Domenica 26 Settembre 2021 | 18:46

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

lucera

Pneumatici, amianto e inerti
così la città è una discarica

Pneumatici, amianto e inerti così la città è una discarica

LUCERA - Rifiuti soldi urbani, pneumatici, inerti e ingombranti ma soprattutto amianto. E’ questa la caratterizzazione tipica degli abbandoni illeciti su aree pubbliche che il comune chiede di rimuovere, partecipando all’avviso pubblico dellla Regione. C’è una dote complessiva di 3 milioni euro che la Regione mette a disposizione per togliere uno sconcio nefasto per l’immagine di una Puglia che si vuole vocata al turismo. Il funzionario tecnico incaricato del progetto per il comune di Lucera ha censito ben 72 siti da bonificare. E probabilmente ha operato una selezione, poichè sicuramente la situazione è più tragica di quanto il monitoraggio evidenzi.

Il territorio di Lucera è minato, si può dire da sempre, da tale sconcezza. Rifiuti ovunque che soprattutto sui cigli delle strade, provinciali e statali che lo attraversano oltre che comunali, danno l’idea dell’impunità per i selvaggi malfattori ma che stanno a testimoniare l’inciviltà imperante. Dovendo fermare l’orologio a una data precisa, la mappatura eseguita per chiedere il finanziamento ha fatto emergere che l’amianto è stato abbandonato in via Follieri (strada della cinta urbana), sul tratto comunale della strada statale 17, dismesso dall’Anas, in via Aspromonte, sulla strada provinciale per la località San Giusto e sul raccordo tra la SS.17 e strada provinciale 109, identificato come strada statale 692.

Non parliamo poi di inerti o frammenti di manufatti edilizi, ingombranti e pneumatici che rimpinguono quelle che sono vere e proprie mini-discariche . Insomma, si comprende bene che l’emergenza e il budget assegnabile a Lucera (massimo 70 mila euro, con i suoi 33 mila residenti) limiteranno gli interventi. Diverse zone rurali rimarranno fuori da questa tornata. E lì che si concentrano altri abbandoni selvaggi quasi che i rifiuti fossero di tutti. Ma è inutile andare lontano. La città dimostra il suo essere. Evidentemente il rigore della raccolta differenziata non è nelle corde di questa città che mostra un mezzo flop del servizio “porta a porta.”

Antonio Gambatesa

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie