Domenica 21 Ottobre 2018 | 09:38

NEWS DALLA SEZIONE

A Cerignola
Rigenerazione urbana: street art nel rione Torricelli

Rigenerazione urbana: street art nel rione Torricelli

 
Blitz della Polizia
Foggia, catturata banda di rapinatori: colpi in negozi e gioiellerie, 5 arresti

Cerignola, catturata banda di rapinatori con la «mazzuo...

 
Sanità
Foggia, stabilizzati 105 precariall'Asl dopo più di 10 anni

Foggia, stabilizzati 105 precari all'Asl dopo più di 10...

 
A Foggia
Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà più avvicinarsi

Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà...

 
Trasporti
Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

 
L'inchiesta
Lucera, sequestrata sede giudice di pace: «È pericolosa per la pubblica incolumità»

Lucera, sequestrata sede giudice di pace: «È pericolosa...

 
Quadruplice omicidio nel 2017
Strage S.M. in Lamis, dopo un anno arrestato pregiudicato. Morirono i fratelli Luciani, innocenti

Strage S.M. in Lamis, un arresto. Morirono i fratelli L...

 
Etichetta obbligatoria
Il primo pomodoro made in Italy parla foggiano

Il primo pomodoro made in Italy parla foggiano

 
Nel Foggiano
Contrabbando gasolio agricolo: 2 arresti, 9 denunce e 6 distributori abusivi sequestrati

Contrabbando gasolio agricolo: 2 arresti, 9 denunce e 6...

 
A Foggia
L'ambulanza è in ritardo nei soccorsi e il medico viene aggredito dalla folla

L'ambulanza è in ritardo e la dottoressa del 118 viene ...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Uno dei filoni della maxi inchiesta

Processo per riciclaggio
fissata l'8 maggio l'udienza
per ex vicepresidente Foggia

I giudici hanno rinviato anche il filone a carico di Luigi Alecci, Emanuele Micelotta e Giacomo Politi, presunti "promotori» dell’organizzazione criminale (prosegue il 19 aprile)

Massimo Ruggiero Curci

Massimo Ruggiero Curci

MILANO- Aveva scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere Franco D’Alfonso, consigliere comunale milanese della lista civica 'Beppe Sala sindacò ed ex assessore al Commercio sotto la giunta Pisapia, indagato per corruzione e chiamato a testimoniare nel processo con al centro presunte infiltrazioni mafiose negli appalti della Lidl in Italia e del gruppo Securpolice. Tuttavia, non ha avuto bisogno di esercitare la facoltà perché, a causa di un problema tecnico che ha impedito a lungo la partecipazione in videoconferenza dal carcere di un imputato e bloccato l’udienza, il pm Paolo Storari, avendo avuto «certezza» che il teste si sarebbe avvalso, ha deciso di rinunciare alla deposizione.

Dagli atti dell’inchiesta era emerso che Domenico Palmieri, ex dipendente della provincia di Milano e sindacalista (ha patteggiato), era stato anche intercettato al telefono con D’Alfonso, consigliere comunale delegato al Bilancio della Città Metropolitana. Il politico, la cui posizione è stata stralciata e, come ha precisato il pm, «è in fase di indagini», avrebbe chiesto, secondo l’accusa, voti alle prossime e lontane, all’epoca, Regionali 2018 a un imprenditore, presentatogli dallo stesso ex sindacalista, il quale in cambio avrebbe ricevuto un aiuto, poi sfumato, per un appalto relativo a un locale all’Idroscalo.

D’Alfonso ha preannunciato al pm che, essendo teste indagato per un reato connesso a quelli del processo, non avrebbe risposto e, dunque, dato il problema tecnico che stava allungando i tempi, i giudici della settima sezione hanno preso atto della rinuncia alla testimonianza da parte del pm.

Nel frattempo, gli stessi giudici non hanno riunito due dei filoni della maxi inchiesta, quello a carico di Enrico Borzì, presunto 'cassierè del clan Laudani, e altri e quello a Massimo Ruggiero Curci, ex vicepresidente onorario del Foggia Calcio (rinvio davanti alla sesta penale per l’8 maggio), con quello a carico di Luigi Alecci, Emanuele Micelotta e Giacomo Politi, presunti "promotori» dell’organizzazione criminale (prosegue il 19 aprile).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400