Domenica 26 Settembre 2021 | 23:11

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Cittadinanza onoraria

Il ministro Franceschini
porta in dote 20 milioni

«Serviranno per restaurare l’isola di San Nicola, la Montecassino in mezzo al mare»

Il ministro Franceschini  porta in dote 20 milioni

Franceschini alle Tremiti per la cittadinanza onoraria

ANTONIO D’AMICO

ISOLE TREMITI - Aveva dieci anni quando sbarcò la prima volta alle Tremiti. Ci torna da ministro del turismo e dei beni culturali per riceverne la cittadinanza onoraria. Lo ricorda Dario Franceschini tra le more di questa sua visita alla “Montecassino in mezzo al mare”. E nessuno nel piccolo municipio diomedeo fa niente per nascondere il perché di questa pergamena a un cittadino speciale: con la sua decisione di stanziare 20milioni di euro ha dato nuova voglia di vivere a questo manipolo di isolani, avamposto spesso dimenticato della Daunia e della Puglia in mezzo all’Adriatico, dove le problematiche e sono tante e con esse la voglia di tornare a sorridere.

Arrivo in traghetto a San Domino, trasferimento in barca a San Nicola e poi la cerimonia in Comune per la consegna simbolica delle chiavi di questo lembo d’Italia, paradiso naturale senza eguali. «E’ un onore diventare cittadino onorario delle Isole Tremiti. Da quando ci venni la prima volta all’età di dieci anni, sono seguite altre visite e, in ogni occasione, ho sempre apprezzato ogni angolo, ogni pietra, ogni scoglio di questa terra». Viaggi che hanno poi portato risultati importanti. «In quelle occasioni - riprende Franeschini - ho sempre pensato a come recuperare San Nicola e da ministro mi sono impegnato a capire come concretizzare questa possibilità. E pare che l’obiettivo sia stato raggiunto».

Per u giorno Tremiti sa di vivere un qualcosa di importante. A ricevere il ministro che ama le isole diomedee c’è tutto il consiglio comunale con in testa il sindaco Antonio Fentini, il presidente Aniello Calabrese, la direttrice del Parco nazionale del Gargano, Carmela Strizzi. «C’è da essere contenti per quanto sta accadendo - precisa il primo cittadino - perché vengono impegnati 20milioni di euro per le opere da realizzare su queste isole . Speriamo di tornare a essere la “Montecassino in mezzo al mare”. Ecco perché per noi il ministro Franceschini rappresenta qualcosa di speciale».

A fare da cicerone il consigliere comunale Annalisa Lisci. «Con il suo impegno - ricorda . il ministro Franceschini tanto ha fatto per l’Italia e il nostro arcipelago. San Nicola ha bisogno di essere curata e riportata agli antichi splendori. Solo così l’isola tornerà a essere quello che era per dare cultura e far arrivare ancora più turisti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie