Domenica 09 Maggio 2021 | 21:40

NEWS DALLA SEZIONE

Scontro post Brexit sulla pesca, sfida navale tra Regno Unito e Francia

Scontro post Brexit sulla pesca, sfida navale tra Regno Unito e Francia

 
I progetti italiani dai fondi europei passano l'esame degli studenti

I progetti italiani dai fondi europei passano l'esame degli studenti

 
Commissione, Regno Unito sta violando accordi su pesca

Commissione, Regno Unito sta violando accordi su pesca

 
Sassoli, i brevetti dei vaccini tutelino gli interessi di tutti

Sassoli, i brevetti dei vaccini tutelino gli interessi di tutti

 
Gozi eletto segretario del Partito democratico europeo

Gozi eletto segretario del Partito democratico europeo

 
Collective e Corpus Christi in lizza per premio cinematografico Lux

Collective e Corpus Christi in lizza per premio cinematografico Lux

 
Sassoli, non ci zittiranno continueremo a difendere diritti

Sassoli, non ci zittiranno continueremo a difendere diritti

 
Mercoledì al via la plenaria del Comitato delle Regioni

Mercoledì al via la plenaria del Comitato delle Regioni

 
Qualità pubblica amministrazione fattore chiave in Recovery

Qualità pubblica amministrazione fattore chiave in Recovery

 
Approccio europeo all'AI ha l'uomo al centro

Approccio europeo all'AI ha l'uomo al centro

 
Approvato fondo da 7,9mld per le tecnologie militari

Approvato fondo da 7,9mld per le tecnologie militari

 

Il Biancorosso

Calcio
Play-off serie B: l'esordio del Bari al San Nicola contro il Foggia

Play-off serie B: l'esordio del Bari al San Nicola contro il Foggia

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaTragedia
Foggia, furgone si ribalta in via Cerignola: morto il conducente

Foggia, furgone si ribalta in via Cerignola: morto il conducente, 4 braccianti feriti

 
LecceLa tragedia
Lecce, bici contro moto, muore ciclista 72enne. Motociclista positivo a test alcol e droga

Lecce, bici contro moto, muore ciclista 72enne. Motociclista positivo a test alcol e droga

 
TarantoIl futuro della città
Troppi morti a Taranto, Melucci scrive al governo

Troppi morti a Taranto, Melucci scrive al governo

 
BatFesta dell'Europa
«L'Erasmus? Un sogno da vivere», la storia di uno studente di Barletta

«L'Erasmus? Un sogno da vivere», la storia di uno studente di Barletta

 
BrindisiNel Brindisino
Ostuni, cancellato il tratturo di accesso alla spiaggia, a Monticelli consorziati sul piede di guerra

Ostuni, cancellato il tratturo di accesso alla spiaggia, a Monticelli consorziati sul piede di guerra

 
MateraVaccini
Matera, il bilancio di AstraNight: solo 250 dosi somministrate, ce n'erano 750

Matera, il bilancio di AstraNight: solo 250 dosi somministrate, ce n'erano 750

 

i più letti

Bce: ok dal Parlamento europeo alla nomina di Lagarde

Bce: ok dal Parlamento europeo alla nomina di Lagarde

STRASBURGO -La plenaria del Parlamento europeo ha approvato, con un voto a scrutinio segreto la nomina di Christine Lagarde alla guida della Bce. I sì sono stati 394, 206 i contrari, 49 le astensioni.

Christine Lagarde ha ottenuto oggi l'approvazione del Parlamento per essere la prossima Presidente della Bce. Nella votazione a scrutinio segreto, 394 deputati hanno votato a favore, 206 contro e 49 si sono astenuti per raccomandare Lagarde a capo della Banca centrale europea. Il Parlamento - precisa la nota dell'Eurocamera - esprime un parere non vincolante sull'idoneità o meno di un candidato a ricoprire il ruolo di Presidente della Banca centrale europea, mentre la decisione finale spetta dal Consiglio europeo. Sostituirà l'attuale titolare, Mario Draghi, dal primo novembre. Oggi la plenaria ha anche tenuto una discussione sulla sua idoneità. La candidatura di Christine Lagarde sarà ora iscritta all'ordine del giorno del Consiglio europeo di ottobre. 

"Noi abbiamo provato con tutte le forze a trovare anche solo un motivo per sostenere la Presidenza di Christine Lagarde alla Bce, senza successo purtroppo. Perché Lagarde si è resa corresponsabile di tutte quelle politiche che hanno fatto aumentare a dismisura il debito pubblico in Unione Europea solo per salvare le banche private". Così si è espresso in aula oggi a Strasburgo Piernicola Pedicini annunciando l'astensione del M5S sulla nomina di Lagarde. "E una volta che il debito pubblico è cresciuto, si sono giustificate quelle politiche di austerità che poi sono diventate riforme strutturali, quelle di cui ha parlato Dombrovskis poco fa, e questo vuol dire: compressione dei salari, tagli dei servizi e tagli delle pensioni. Una gigantesca opera di redistribuzione dal basso verso l'alto, dove i ricchi sono diventati più ricchi e i poveri sempre più poveri. Adesso ci vengono a dire che hanno sbagliato e che cambieranno, ma ormai è troppo tardi. Noi non daremo la nostra fiducia a Christine Lagarde, aspettiamo prima di vedere che i cambiamenti siano reali e poi forse ne possiamo riparlare".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie