Mercoledì 21 Novembre 2018 | 09:19

NEWS DALLA SEZIONE

Menù cena Juncker-Conte legato decisioni domani

Menù cena Juncker-Conte legato decisioni domani

 
Tria, Governo Italia forte, chi attacca è in difficoltà

Tria, Governo Italia forte, chi attacca è in difficoltà

 
Moscovici, su riforma Eurozona parliamo con Tria

Moscovici, su riforma Eurozona parliamo con Tria

 
Brexit: Olanda, testo su relazione futura sia ambizioso

Brexit: Olanda, testo su relazione futura sia ambizioso

 
Brexit: Barnier, siamo in un momento decisivo

Brexit: Barnier, siamo in un momento decisivo

 
Ue-19: Eurostat conferma, inflazione ottobre sale a 2,2%

Ue-19: Eurostat conferma, inflazione ottobre sale a 2,2%

 
Manovra: Austria, non è cambiata, Bruxelles reagisca

Manovra: Austria, non è cambiata, Bruxelles reagisca

 
Brexit: May, sì all'intesa, non è stato facile. Vertice Ue il 25/11

Brexit: May, sì all'intesa, non è stato facile. Vertice Ue il 25/11

 
Bilancio Ue, Europarlamento fissa priorità su giovani, lavoro e clima

Bilancio Ue, Europarlamento fissa priorità su giovani, lavoro e clima

 
Eurozona: Pil Germania -0,2%, Italia resta ultima

Eurozona: Pil Germania -0,2%, Italia resta ultima

 
Manovra: Olanda, Italia delude, Commissione vada avanti

Manovra: Olanda, Italia delude, Commissione vada avanti

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Brexit: telefonata Tusk-May su progressi trattativa

Brexit: telefonata Tusk-May su progressi trattativa

BRUXELLES - Telefonata tra il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk e la premier britannica Theresa May stamani, "per fare il punto sui progressi nella trattativa sulla Brexit, e discutere sulla strada da seguire". A darne notizia è lo stesso Tusk su Twitter. Una discussione sulla Brexit, al livello di ambasciatori dei 27 (Coreper), è prevista per venerdì, in preparazione del Consiglio Affari generali della prossima settimana. Secondo fonti diplomatiche europee, la possibilità di un vertice straordinario a 27, a novembre, non è ancora da escludere.

 

Anche oggi il portavoce della Commissione europea, Margaritis Schinas, ha ribadito che la convocazione di un eventuale summit straordinario è prerogativa del presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, sulla base delle indicazioni del capo negoziatore per la Ue, Michel Barnier. Ieri, al termine del suo incontro col premier slovacco a Bratislava, Barnier aveva smentito voci di una svolta imminente, scrivendo sul suo account Twitter: "Non ci siamo ancora".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400