Domenica 18 Novembre 2018 | 19:08

NEWS DALLA SEZIONE

Ue-19: Eurostat conferma, inflazione ottobre sale a 2,2%

Ue-19: Eurostat conferma, inflazione ottobre sale a 2,2%

 
Manovra: Austria, non è cambiata, Bruxelles reagisca

Manovra: Austria, non è cambiata, Bruxelles reagisca

 
Brexit: May, sì all'intesa, non è stato facile. Vertice Ue il 25/11

Brexit: May, sì all'intesa, non è stato facile. Vertice Ue il 25/11

 
Bilancio Ue, Europarlamento fissa priorità su giovani, lavoro e clima

Bilancio Ue, Europarlamento fissa priorità su giovani, lavoro e clima

 
Eurozona: Pil Germania -0,2%, Italia resta ultima

Eurozona: Pil Germania -0,2%, Italia resta ultima

 
Manovra: Olanda, Italia delude, Commissione vada avanti

Manovra: Olanda, Italia delude, Commissione vada avanti

 
Merkel: 'Nazionalismi e egoismi non devono risorgere' - DIRETTA

Merkel: 'Nazionalismi e egoismi non devono risorgere' - DIRETTA

 
Energia: Parlamento Ue fissa nuovi e ambiziosi obiettivi su rinnovabili

Energia: Parlamento Ue fissa nuovi e ambiziosi obiettivi su rinnovabili

 
Merkel domani all'Eurocamera discute sul futuro dell'Ue

Merkel domani all'Eurocamera discute sul futuro dell'Ue

 
Malmstroem, Italia preoccupata su protezione Ue investimenti

Malmstroem, Italia preoccupata su protezione Ue investimenti

 
Portavoce Ue, stime sbagliate? Moscovici ha spiegato metodo

Portavoce Ue, stime sbagliate? Moscovici ha spiegato metodo

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Npl: ok ambasciatori Ue a nuovi requisiti, slitta data avvio

Npl: ok ambasciatori Ue a nuovi requisiti, slitta data avvio

BRUXELLES - Via libera del Coreper (gli ambasciatori dei 28 Stati Ue) alla posizione negoziale del Consiglio sui requisiti di capitale che si applicano alle banche che avranno crediti deteriorati da prestiti futuri. La presidenza Ue, austriaca per questo semestre, può ora cominciare i negoziati appena il Parlamento avrà formulato la sua posizione. Il Coreper non ha modificato il disegno complessivo della proposta fatta dalla Commissione Ue lo scorso marzo che prevede, tra l'altro, accantonamenti a copertura dei rischi insiti nei prestiti futuri che potrebbero deteriorarsi.

 

Gli ambasciatori hanno invece posticipato la data di entrata in vigore dei nuovi requisiti di capitale per le banche: la Commissione proponeva che le nuove regole si applicassero dalla data di presentazione della proposta, cioè marzo 2018, mentre i 28 hanno posticipato alla data dell'entrata in vigore del nuovo regolamento, ancora tutto da definire.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400