Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 14:13

NEWS DALLA SEZIONE

Avvocato Corte Ue, ok a concessione Open Fiber banda ultra larga

Avvocato Corte Ue, ok a concessione Open Fiber banda ultra larga

 
Fonti Mogherini, pronti a chiudere Sophia

Fonti Mogherini, pronti a chiudere Sophia

 
Sul copyright Paesi Ue litigano ma lavoro prosegue

Sul copyright Paesi Ue litigano ma lavoro prosegue

 
Bce: da 27 gennaio stop emissione banconota da 500 euro

Bce: da 27 gennaio stop emissione banconota da 500 euro

 
Migranti: Ue, seguiamo da vicino eventi ma non coinvolti

Migranti: Ue, seguiamo da vicino eventi ma non coinvolti

 
Eurozona: Italia, debito cala a 133% nel terzo trimestre 2018

Eurozona: Italia, debito cala a 133% nel terzo trimestre 2018

 
Carige: ok Ue a garanzia per liquidità

Carige: ok Ue a garanzia per liquidità

 
Dazi definitivi Ue su import bici elettriche cinesi

Dazi definitivi Ue su import bici elettriche cinesi

 
Fondi Ue: De Michelis, negoziato difficile su stop erogazione

Fondi Ue: De Michelis, negoziato difficile su stop erogazione

 
Fondi Ue: Pe, bloccarli a Paesi che violano stato di diritto

Fondi Ue: Pe, bloccarli a Paesi che violano stato di diritto

 
Eurocamera, più risorse per giovani e bambini in Fse+

Eurocamera, più risorse per giovani e bambini in Fse+

 

Banche: fonti Ue, tutti devono preoccuparsi dello spread

Banche: fonti Ue, tutti devono preoccuparsi dello spread

BRUXELLES - Nei Paesi dell'eurozona "tutti sono un po' preoccupati, e fanno bene ad esserlo", per l'aumento dello spread e i suoi potenziali effetti sulle banche italiane. Anche se non si "discute di contagio" perché per ora questo "sembra molto limitato". Lo sottolineano fonti Ue in vista dell'Eurogruppo di lunedì 5 novembre, dove l'Italia e la sua manovra, già bocciata da Bruxelles, saranno al centro dell'incontro tra i 19 ministri delle Finanze. Tutti i partner, secondo le stesse fonti, sono d'accordo con la scelta fatta dai commissari Dombrovskis e Moscovici. "Ci aspettiamo una discussione sulla falsariga di quella avuta ieri" all'Euroworking Group, dove "c'è stato un forte sostegno per la Commissione". Ma non si parlerà ancora di apertura della procedura per debito: "Questo è per un'altra fase", precisano le fonti ricordando che al prossimo Eurogruppo si discuterà "dell'opinione della Commissione, è abbastanza normale. Perché comunque le regole prevedono che le opinioni siano presentate all'Eurogruppo".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400