Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 20:07

NEWS DALLA SEZIONE

Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

 
Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

 
Tav: Ue, ritardi possono portare anche a taglio fondi

Tav: Ue, ritardi possono portare anche a taglio fondi

 
Migranti: Ue valuta 6 mesi proroga tecnica per Sophia

Migranti: Ue valuta 6 mesi proroga tecnica per Sophia

 
Per Ue più sovrana Bruxelles punta a rafforzare ruolo euro

Per Ue più sovrana Bruxelles punta a rafforzare ruolo euro

 
Banche: ok Ecofin a pacchetto misure che riducono rischi

Banche: ok Ecofin a pacchetto misure che riducono rischi

 
Salvini nominato personalità chiave Ue 2019 da 'Politico.eu'

Salvini nominato personalità chiave Ue 2019 da 'Politico.eu'

 
Manovra: Dombrovskis, stimolo Governo non funziona

Manovra: Dombrovskis, stimolo Governo non funziona

 
Da oggi shopping online in tutta Ue senza limitazioni aree

Da oggi shopping online in tutta Ue senza limitazioni aree

 
Eurozona: disoccupazione 8,1% a ottobre, più bassa da 2008

Eurozona: disoccupazione 8,1% a ottobre, più bassa da 2008

 
Manovra: Di Maio, accordo con Ue senza tradire italiani

Manovra: Di Maio, accordo con Ue senza tradire italiani

 

Dazi: Malmstroem, infelice escalation Usa-Cina

Dazi: Malmstroem, infelice escalation Usa-Cina

BRUXELLES - "L'escalation" dei dazi "tra Usa e Cina è molto infelice", in quanto "le guerre commerciali non sono mai buone e sono difficili da vincere". Lo ha sottolineato la commissaria Ue al commercio Cecilia Malmstroem in merito alle nuove tariffe doganali annunciate dal presidente americano Donald Trump nei confronti di ulteriori prodotti cinesi. "Come abbiamo già detto in passato" per gli altri dazi Usa contro Pechino, ha quindi ricordato la commissaria, "siamo d'accordo ed è vero che ci sono questioni aperte" con la Cina "ed è per questo che stiamo cercando di affrontarle tramite il Wto", ma "non siamo d'accordo sul metodo utilizzato dagli Usa nei confronti della Cina" per farlo. Come definito nella dichiarazione congiunta Juncker-Trump, "ci sono diverse questioni" commerciali tra Ue e Usa "su cui ci impegniamo, ma non hanno necessariamente la stessa scadenza". Lo ha precisato la commissaria al commercio Cecilia Malmstroem a chi le chiedeva se la scelta di procedere prima, per novembre, verso un'intesa sugli standard tecnici rischi di rinviare le discussioni sui dazi. "Abbiamo bisogno di scambiarci ulteriori informazioni, statistiche e serie di dati" con Washington, ma "possiamo lavorare su tutto questo in parallelo", senza rallentare un aspetto o l'altro nelle discussioni, ha assicurato la commissaria, spiegando che insieme all'omologo americano Robert Lighthizer "stiamo vedendo come fornire" le soluzioni richieste ai nodi individuati dalla dichiarazione Ue-Usa di luglio.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400