Domenica 21 Aprile 2019 | 12:19

NEWS DALLA SEZIONE

Europee: proiezioni Eurocamera, Lega primo in Italia, secondo in Ue

Europee: proiezioni Eurocamera, Lega primo in Italia, secondo in Ue

 
Eurozona: surplus commercio estero febbraio a 17,9 miliardi di euro

Eurozona: surplus commercio estero febbraio a 17,9 miliardi di euro

 
Parlamento Ue approva nuovi diritti lavoratori gig economy

Parlamento Ue approva nuovi diritti lavoratori gig economy

 
Europee: Greta al Parlamento Ue, 'essenziale andare a votare'

Europee: Greta al Parlamento Ue, 'essenziale andare a votare'

 
Europee: Le Pen, con Salvini costruiremo nuovo gruppo

Europee: Le Pen, con Salvini costruiremo nuovo gruppo

 
Libia: Commissione Ue in 'contatto permanente con Onu'

Libia: Commissione Ue in 'contatto permanente con Onu'

 
Politico.ue, Salvini e Gualtieri sul podio dei più influenti

Politico.ue, Salvini e Gualtieri sul podio dei più influenti

 
Fari Parlamento Ue restano puntati su progetto Tav

Fari Parlamento Ue restano puntati su progetto Tav

 
Libia: Tajani, Ue parli con una voce sola

Libia: Tajani, Ue parli con una voce sola

 
Brexit: Barnier, vogliamo dare ultime chance a Londra

Brexit: Barnier, vogliamo dare ultime chance a Londra

 
Casaleggio, su trasparenza voto puntiamo al block chain

Casaleggio, su trasparenza voto puntiamo al block chain

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'intervento
Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

 
HomeIl messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
LecceInchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

Migranti: Tajani, Ue deve dare 6 miliardi anche al Sahel

Migranti: Tajani, Ue deve dare 6 miliardi anche al Sahel

NIAMEY (NIGER) - L'Ue deve dare anche al Sahel i 6 miliardi (3+3) che ha deciso di dare alla Turchia per chiudere la rotta balcanica. Il presidente dell'Europarlamento Antonio Tajani è tornato oggi a chiedere più fondi per l'Africa da Niamey, in Niger, dove si trova in visita ufficiale. I 500 milioni rimessi dall'Unione nel 'Trust Fund' per l'Africa "non bastano", perché "serve una strategia, il problema non si risolve con azioni di polizia che sono solo una delle tessere del mosaico, ma bisogna fare investimenti economici", ha sottolineato Tajani. L'esperienza maturata in Niger sembra dimostrare che questa sia la strategia giusta.

 

Paese chiave 'collo di bottiglia' del transito del 90% dei migranti che si dirigono verso la Libia e quindi l'Italia, in un anno e mezzo, grazie alla cooperazione con Ue e Onu, ha ridotto del 95% i flussi. Dagli oltre 300mila irregolari del 2016 che hanno attraversato la frontiera nigerina verso la costa libica, oggi si è scesi a solo diecimila. Nel 2015, subito dopo il vertice della Valletta, il Niger ha adottato una legge durissima sui passaggi illegali. "La frontiera ora è chiusa per chi va in Libia - ha spiegato un parlamentare nigerino - invece è sempre aperta per chi vuole tornare indietro".

 

La necessità di un maggior sostegno economico da parte dell'Europa è stata messa in evidenza anche dal presidente Mahmoudou Issoufou, che ha denunciato un doppio problema: crescita della popolazione e mancanza di opportunità di lavoro. La popolazione del Niger cresce del 4% all'anno, un ritmo che "non è sostenibile", ha avvertito Issoufou. E le ragazze devono restare a scuola "il più a lungo possibile". Tajani, nel corso della sua visita, si è quindi impegnato a estendere il programma Erasmus + anche al Niger. E a portare esperti e imprese europee in rinnovabili, agricoltura e gestione delle risorse idriche, digitale, per creare sviluppo nel Paese. Proprio come ha già fatto in occasione della visita di questi giorni.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400