Lunedì 20 Gennaio 2020 | 07:19

NEWS DALLA SEZIONE

Tregua Usa-Cina sui dazi: industria Usa, accordo frena invadenza Ue su Dop

Tregua Usa-Cina sui dazi: industria Usa, accordo frena invadenza Ue su Dop

 
Green deal: 364 milioni a Italia per mobilitare 4,8 miliardi

Green deal: 364 milioni a Italia per mobilitare 4,8 miliardi

 
Vino: produttori Ue e Usa chiedono a governi 'dazi zero'

Vino: produttori Ue e Usa chiedono a governi 'dazi zero'

 
Libia: Ue denuncia le ingerenze di Russia e Turchia

Libia: Ue denuncia le ingerenze di Russia e Turchia

 
Ferreira, servono nuove risorse per il Fondo di transizione verde

Ferreira, servono nuove risorse per il Fondo di transizione verde

 
Agroalimentare: con 14,7 miliardi a ottobre nuovo record export Ue

Agroalimentare: con 14,7 miliardi a ottobre nuovo record export Ue

 
Agea: Psr, 12 programmi su 13 superano obiettivo spesa

Agea: Psr, 12 programmi su 13 superano obiettivo spesa

 
Eurozona: prezzi produzione industriale, +0,2% a novembre

Eurozona: prezzi produzione industriale, +0,2% a novembre

 
Ue deplora la decisione dell'Iran su accordo nucleare

Ue deplora la decisione dell'Iran su accordo nucleare

 
Libia: Ue, forte preoccupazione voto parlamento turco

Libia: Ue, forte preoccupazione voto parlamento turco

 
Brexit: chi entra e chi esce all'Eurocamera a fine mese

Brexit: chi entra e chi esce all'Eurocamera a fine mese

 

Il Biancorosso

Serie C
Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl 22 gennaio
Bari, al via il convegno «Il senso delle parole» con FNSI e Martella

Bari, al via il convegno «Il senso delle parole» con FNSI e Martella

 
FoggiaL'operazione dei cc
Cerignola, beccati 4 giovanissimi ladri di moto: arrestati

Cerignola, beccati 4 giovanissimi ladri di moto: arrestati

 
TarantoIl caso
Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Materaarte
Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

 
Leccenel Salento
S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

Migranti: per centri sbarco extra Ue servono resettlement

Migranti: per centri sbarco extra Ue servono resettlement

BRUXELLES - Per far funzionare un meccanismo di cooperazione per gli sbarchi dei migranti salvati in mare in un Paese fuori dall'Ue, oltre all'identificazione degli Stati partner, occorre lavorare con Unhcr e Oim per assicurare che i profughi siano avviati a schemi di resettlement, e i migranti che non necessitano protezione, al rimpatrio e a programmi di reintegrazione gestiti dall'Oim.

 

Ma, si evidenzia, "chi viene salvato non acquisisce il diritto automatico ad accedere alle procedure di asilo in un Paese membro dell'Ue". Si legge in una delle tre opzioni elaborate dalla Commissione europea sulla misura della cooperazione regionale per gli sbarchi, in vista del vertice dei leader di domani. Secondo quanto si spiega nel documento, la cooperazione sugli sbarchi in uno Stato non Ue è possibile, sia se l'operazione di salvataggio è condotta nelle acque territoriali del Paese, dal suo guardacoste o da altri; sia se è condotta in acque internazionali, e include imbarcazioni battenti bandiera Ue. Un'altra opzione riguarda la cooperazione regionale con gli sbarchi nei Paesi dell'Ue. Per funzionare - si spiega - occorre un rafforzamento dell'approccio degli hotspot, con un'azione più coordinata tra Frontex e l'Agenzia europea per il sostegno all'asilo (Easo). In questo caso servirà trovare una soluzione basata sui principi di solidarietà e responsabilità, per ridistribuire "quanti necessitano di protezione che resteranno nell'Unione". La terza opzione, è quella che viene bollata come "illegale", da "scartare" e "lontana dai valori dell'Ue". Ovvero: centri esterni, fuori dalla Unione, dove dirottare tutti i migranti irregolari arrivati in Ue, senza trattare le loro richieste; o dove inviare i richiedenti asilo che si sono visti rifiutare la domanda, senza che siano transitati da quel Paese.(ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie