Martedì 23 Ottobre 2018 | 23:03

NEWS DALLA SEZIONE

Acqua: giro di vite Pe su inquinanti in quella potabile

Acqua: giro di vite Pe su inquinanti in quella potabile

 
Ue boccia manovra e chiede nuova bozza in tre settimane

Ue boccia manovra e chiede nuova bozza in tre settimane

 
Europee: Juncker, chiudere prima prossimo bilancio Ue

Europee: Juncker, chiudere prima prossimo bilancio Ue

 
Eurozona: debito Italia sale a 133,1% nel secondo trimestre

Eurozona: debito Italia sale a 133,1% nel secondo trimestre

 
Manovra: Moscovici avverte Italia, deficit strutturale troppo elevato

Manovra: Moscovici avverte Italia, deficit strutturale troppo elevato

 
Regling: sfiducia mercati ha impatto rapido su banche

Regling: sfiducia mercati ha impatto rapido su banche

 
Manovra: Moscovici, attendo risposte per mezzogiorno

Manovra: Moscovici, attendo risposte per mezzogiorno

 
Moody's: Tajani, né rating né Ue problema ma com'è manovra

Moody's: Tajani, né rating né Ue problema ma com'è manovra

 
Conte: manovra non cambia, ci siederemo a tavolo con Ue

Conte: manovra non cambia, ci siederemo a tavolo con Ue

 
Manovra: martedì esame Commissione Ue parere su Italia

Manovra: martedì esame Commissione Ue parere su Italia

 
Per Conte drink in albergo con Macron, Merkel, Bettel, Berset

Per Conte drink in albergo con Macron, Merkel, Bettel, Berset

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Energia: Di Maio, rinnovabili al 35% è strada da seguire

Energia: Di Maio, rinnovabili al 35% è strada da seguire

ROMA - "L'Italia deve puntare sulle energie rinnovabili come motore per il futuro della sua economia. Per questo in Consiglio oggi abbiamo ribadito la nostra linea, più ambiziosa rispetto al passato, in merito alle proposte di Direttiva del Parlamento Europeo sull'efficienza energetica e sulla Direttiva per la promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili. La conclusione del Parlamento europeo, che chiede di fissare un obiettivo vincolante pari al 35% sia per la prima, sia per la seconda, è la strada giusta". Lo afferma in una nota il Ministro dello Sviluppo Economico e vicepremier Luigi Di Maio.

 

"Anzi, contiamo di alzare maggiormente l'asticella nonostante la proposta della Commissione parli di uno scarso 27%. In Parlamento europeo - conclude il Ministro - abbiamo già convinto la plenaria della bontà di queste proposte grazie al lavoro degli europarlamentari. Da oggi ci metteremo al lavoro come Governo per far sentire maggiormente la nostra voce anche agli altri partner europei".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400