Domenica 08 Dicembre 2019 | 00:34

NEWS DALLA SEZIONE

A Bari box senza plastica e sistemi anti-xylella

A Bari box senza plastica e sistemi anti-xylella

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, Vivarini: «Con il Potenza sarà una grande gara»

Bari, Vivarini: «Con il Potenza sarà una grande gara»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'iniziativa
Musica al Petruzzelli: ecco la Notte di San Nicola per i ragazzi

Bari, musica al Petruzzelli: ecco la Notte di San Nicola per i ragazzi

 
TarantoAmbiente
Taranto, 145 ex dipendenti «Isolaverde» impiegati per la bonifica della città

Taranto, 145 ex dipendenti «Isolaverde» impiegati per la bonifica della città

 
BrindisiLa protesta
Brindisi, oggi sit-in del movimento No Tap contro i gasdotti

Brindisi, domani sit-in del movimento No Tap contro i gasdotti

 
MateraTradizione popolare
Matera, presepe vivente nei Sassi: è alla «decima candelina»

Matera, presepe vivente nei Sassi: è alla «decima candelina»

 
BatIl caso
A Barletta la ruota panoramica c'è ma... non gira

A Barletta la ruota panoramica c'è ma... non gira

 
LecceIl caso
Otranto, sigilli ai pontili: indagati sindaco e giunta

Otranto, sigilli ai pontili: indagati sindaco e giunta

 
HomeIl viaggio nello stabilimento
Balvano, la fabbrica dei desideri: gli introvabili Nutella Biscuits nascono in Basilicata

Balvano, la fabbrica dei desideri: gli introvabili Nutella Biscuits nascono in Basilicata

 

i più letti

Puglia, truffa a fondi Ue: sequestro da quasi 1 milione di euro

Puglia, truffa a fondi Ue: sequestro da quasi 1 milione di euro

FOGGIA - Hanno presentato falsi preventivi per l'acquisto di tre macchinari per la lavorazione degli asparagi, percependo indebitamente fondi europei 'Feasr' per lo sviluppo rurale, erogati dalla Regione Puglia. Per questo, con l'accusa di truffa aggravata, la Guardia di Finanza di Foggia, con la Procura dauna e l'Ufficio europeo antifrode 'Olaf', ha eseguito nei confronti di 5 persone (4 foggiani e un barese) una misura interdittiva del Gip che vieta contratti con la pubblica amministrazione per un anno. Si tratta del titolare e dei rappresentati legali di due imprese agricole foggiane, dell'amministratore di una società bulgara e di un tecnico abilitato. Ai 5 indagati sono stati sequestrati beni per 873mila euro.

Al centro dell'inchiesta, una impresa agricola di Manfredonia che a giugno 2015 ha presentato una domanda di aiuto per l'acquisto dei tre macchinari, alla Regione Puglia, che in ottobre ha concesse il contributo da 873mila euro. A sua volta, l'azienda ha affidato la fornitura dell'attrezzatura a due aziende bulgare riconducibili, secondo le indagini Gdf, a uno degli indagati. Inoltre nel 2018 gli investigatori di 'Olaf', dopo una ispezione nell'azienda beneficiaria del contributo, hanno accertato che i macchinari erano obsoleti e con il numero del telaio abraso. Controlli analoghi sono stati compiuti anche nella sede delle società bulgare fornitrici dei macchinari e lì è emerso che le società non avevano personale alle proprie dipendenze, né una struttura amministrativa.

"Il Movimento 5 Stelle ringrazia gli uomini della Guardia di Finanza e della Procura di Foggia per l'operazione che ha scoperto la maxi-truffa sui fondi europei. Lo sviluppo del Sud Italia passa attraverso una più incisiva aggressione alle illegalità che erodono risorse ed energie all'economia sana dei nostri territori", ha commentato in una nota l'europarlamentare del M5S, Mario Furore. "Gli sforzi delle forze dell'ordine sono lodevoli e portano frutti, come dimostra questa inchiesta coordinata dal Procuratore Vaccaro - ha aggiunto Furore - gli enti locali italiani hanno purtroppo il record europeo di sprechi, ritardi e frodi. Noi vogliamo invertire questo circolo vizioso e far rifiorire il Sud Italia anche grazie ai fondi europei".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie