Martedì 11 Dicembre 2018 | 03:15

NEWS DALLA SEZIONE

Dieta Mediterranea: De Castro, rendere consumatori consapevoli

Dieta Mediterranea: De Castro, rendere consumatori consapevoli

 
Parlamento europeo si schiera in difesa programmi Interreg

Parlamento europeo si schiera in difesa programmi Interreg

 
Ex Ilva: Emiliano, forni a idrogeno per abbassare emissioni

Ex Ilva: Emiliano, forni a idrogeno per abbassare emissioni

 
Dalle stelle al mare, regioni Ue raccontano uso dati spaziali

Dalle stelle al mare, regioni Ue raccontano uso dati spaziali

 
Pesca: Commissione Ue boccia piano Adriatico votato dal Pe

Pesca: Commissione Ue boccia piano Adriatico votato dal Pe

 
Da Parlamento Ue ok a riduzione pesca acciughe e sardine in Adriatico

Da Parlamento Ue ok a riduzione pesca acciughe e sardine in Adriatico

 
Pesca: D'Amato (M5S) Pe respinga proposta quote Adriatico

Pesca: D'Amato (M5S) Pe respinga proposta quote Adriatico

 

Digitale: Puglia tra le regioni meno social in Ue

Digitale: Puglia tra le regioni meno social in Ue

BRUXELLES - I cittadini pugliesi sono tra i meno affezionati ai social network nell'Unione europea, solo il 37% di loro li frequenta. A dirlo è Eurostat, che nel suo libro statistico annuale mette a confronto tutte le regioni europee. 

 

Nel 2017 la Puglia si è piazzata al terz'ultimo posto della graduatoria Ue sull'uso dei social, preceduta dalle due regioni francesi di La Reunion (34%) e Limousin (35%). Secondo l'istituto statistico europeo, le piattaforme virtuali come Facebook, Twitter e Instagram sono il passatempo preferito di oltre la metà (54%) dei cittadini Ue di età compresa tra i 16 ei 74 che navigano su Internet tramite smartphone, tablet e pc. Particolarmente amanti dei social sono gli abitanti del Nord Europa: lo scettro dei più connessi va alla regione di Mellersta Norrland in Svezia (85%), seguono la regione capitale danese di Hovedstaden (79%) e, appaiate al 76%, le Fiandre Orientali in Belgio, la regione capitale svedese di Stoccolma, e il Galles nel Regno Unito. 

 

Le prime regioni italiane in classifica spuntano alla soglia del 50%, con Emilia-Romagna e Marche al 48% e Liguria al 47%. La presenza dei cittadini italiani sui social network è comunque in crescita al 43% (+11% dal 2013). 

 

Relegate in fondo alla classifica Ue, insieme alla Puglia, altre due regioni francesi rurali, Poitou-Charentes e Basse-Normandie, e il Brandeburgo in Germania, con un tasso di partecipazione ai social del 38%.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400