Sabato 18 Gennaio 2020 | 06:34

NEWS DALLA SEZIONE

Visita Commissione Ue a cantieri tav Napoli-Bari

Visita Commissione Ue a cantieri tav Napoli-Bari

 
Scuola: Furore (M5S) lancia iniziativa su euro-progettazione

Scuola: Furore (M5S) lancia iniziativa su euro-progettazione

 

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Olio: Fitto e Sernagiotto contro aiuti a Tunisia

Olio: Fitto e Sernagiotto contro aiuti a Tunisia

BRUXELLES - "Sulla nostra tavola vogliamo il nostro olio, non quello tunisino". E' questo l'appello alla Commissione Europea dei due europarlamentari dei Conservatori e Riformisti Europei, Raffaele Fitto e Remo Sernagiotto, che dicono NO alla proroga per altri due anni (2018/2019) di 35 tonnellate di olio (all'anno) tunisino e per questo, oggi a Strasburgo, hanno presentato un'interrogazione. "Solo nei primi mesi di quest'anno - scrivono Fitto e Sernagiotto in una nota - secondo quanto riportato dalle associazioni di categoria, il quantitativo di olio tunisino esportato verso l'Ue è raddoppiato rispetto allo stesso periodo del 2017. Considerando che il comparto olivicolo europeo, ed in particolare quello italiano, anche a causa degli effetti prodotti dalla Xylella fastidiosa, è stato caratterizzato da basse rese".

 

Nell'interrogazione si chiede di sapere se un'eventuale proroga è tecnicamente possibile o rappresenterebbe una violazione del principio di "eccezionalità". Inoltre, gli interroganti chiedono se non sia comunque il caso di procedere prima di qualsiasi nuova decisione a una nuova e più approfondita valutazione di impatto che illustri gli effetti delle nuove possibili misure sul mercato interno e sulle quotazione dell'olio prodotto nei nostri Stati membri. Sulla questione martedì scorso fonti della Commissione europea hanno fatto sapere che nuovi contingenti a dazio zero per l'olio tunisino, semmai fossero accordati, farebbero parte di un mini-pacchetto con concessioni reciproche che, comunque, non sara' finalizzato di qui alla fine dell'anno.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie