Domenica 16 Dicembre 2018 | 14:05

NEWS DALLA SEZIONE

Dieta Mediterranea: De Castro, rendere consumatori consapevoli

Dieta Mediterranea: De Castro, rendere consumatori consapevoli

 
Parlamento europeo si schiera in difesa programmi Interreg

Parlamento europeo si schiera in difesa programmi Interreg

 
Ex Ilva: Emiliano, forni a idrogeno per abbassare emissioni

Ex Ilva: Emiliano, forni a idrogeno per abbassare emissioni

 
Dalle stelle al mare, regioni Ue raccontano uso dati spaziali

Dalle stelle al mare, regioni Ue raccontano uso dati spaziali

 

Ue, inaccettabili dazi Usa olive Spagna, rischi più ampi

Ue, inaccettabili dazi Usa olive Spagna, rischi più ampi

BRUXELLES - Una "misura protezionista", "semplicemente inaccettabile" e "ingiustificata". Così un portavoce della Commissione Ue sulla decisione Usa di aumentare i dazi quasi al 50% su una varietà di olive spagnole che beneficiano di aiuti Pac consentiti dal Wto, ma che gli Usa considerano come dumping e sussidi. La Commissione "è consapevole delle possibili, più ampie implicazioni" per gli altri prodotti agroalimentari Ue esportati negli Usa e "attende la decisione definitiva prevista in luglio" per rispondere.

 

A seguito di un'indagine avviata nell'estate 2017 su reclamo di alcuni produttori di olive americani, il Dipartimento del commercio statunitense sta già applicando misure anti-sussidio e antidumping del 21,26% in via provvisoria, alle importazioni di un tipo di olive nere spagnole che vengono prodotte anche in California. Ieri le autorità americane hanno annunciato la decisione di aumentare ulteriormente i dazi al 34,75% che per alcune aziende salgono, riferiscono a Bruxelles, fino al 45,48%.

 

A sconcertare i produttori spagnoli, le autorità nazionali e le istituzioni europee, è il fatto che le aziende nel mirino delle misure Usa percepiscono normalissimi aiuti Pac, disaccoppiati alla produzione e compatibili con le regole del Wto. Con lo stesso criterio, è il timore di molte organizzazioni agricole europee, Washington potrebbe prendere di mira altri prodotti agroalimentari Ue di altri Paesi, Italia inclusa. La decisione definitiva del Dipartimento del commercio americano è attesa per luglio.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400