Sabato 17 Aprile 2021 | 06:40

NEWS DALLA SEZIONE

A luglio 13% Recovery a chi arriva prima

A luglio 13% Recovery a chi arriva prima

 
Bene proposte Italia su React Eu

Bene proposte Italia su React Eu

 
Ue lancia piano da 806 miliardi per finanziare Next generation Eu

Ue lancia piano da 806 miliardi per finanziare Next generation Eu

 
Breton, il green pass sarà pronto l'1 giugno

Breton, il green pass sarà pronto l'1 giugno

 
Corte Ue conferma stop a pesca elettrica

Corte Ue conferma stop a pesca elettrica

 
Eurostat, tasso di occupazione in Italia 2020 peggiore dopo Grecia

Eurostat, tasso di occupazione in Italia 2020 peggiore dopo Grecia

 
Le carceri italiane le più sovraffollate dell'Unione europea

Le carceri italiane le più sovraffollate dell'Unione europea

 
Eurostat, in Italia aspettativa vita giù di 1,2 anni

Eurostat, in Italia aspettativa vita giù di 1,2 anni

 
Studio, Torino tra i comuni europei più virtuosi per il clima

Studio, Torino tra i comuni europei più virtuosi per il clima

 
'Vaccinare i bambini non viola i loro diritti'

'Vaccinare i bambini non viola i loro diritti'

 
L'Ue avverte AstraZeneca, 'recuperi o niente export'

L'Ue avverte AstraZeneca, 'recuperi o niente export'

 

Il Biancorosso

Serie C
Gli ex di Bari-Palermo: Floriano, il "re" della serie D

Gli ex di Bari-Palermo: Floriano, il «re» della serie D

 

NEWS DALLE PROVINCE

Newsweekl'iniziativa
Bari, infermieri del Di Venere su tute Covid: «DDL ZAN» contro discriminazioni di genere

Bari, infermieri del Di Venere su tute Covid: «DDL ZAN» contro discriminazioni di genere

 
Tarantola protesta
Mittal Taranto, presidio al Mise il 22 aprile per operaio licenziato

Mittal Taranto, sciopero e presidio al Mise il 22 aprile per operaio licenziato

 
Leccel'esposto
Galatina, donna incinta abortisce dopo essere andata in ospedale per controllo e rimandata a casa

Galatina, donna incinta abortisce dopo essere andata in ospedale per controllo e rimandata a casa

 
PotenzaL'intervento
Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «No si perda neanche un posto di lavoro»

Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «Non si perda neanche un posto di lavoro»

 
Foggiala denuncia
Foggia, assistenza psichiatrica insufficiente nel carcere: uno specialista per poche ore al giorno

Foggia, assistenza psichiatrica insufficiente nel carcere: uno specialista per poche ore al giorno

 
Batla decisione
Popolare Bari, truffa su polizze vita: assolti dipendenti filiale di Barletta

Popolare Bari, truffa su polizze vita: assolti dipendenti filiale di Barletta

 
BasilicataEconomia
Bardi: «Con Recovery Fund ridurre divario fra Nord e Sud»

Bardi: «Con Recovery Fund ridurre divario fra Nord e Sud»

 
Brindisial Perrino
Brindisi, muore povero e solo: la città gli paga il funerale

Brindisi, muore povero e solo: la città gli paga il funerale

 

i più letti

Salari uomo-donna, Ue propone sanzioni per chi discrimina

Salari uomo-donna, Ue propone sanzioni per chi discrimina

BRUXELLES - La Commissione europea ha presentato oggi una proposta di direttiva sulla trasparenza salariale per garantire che donne e uomini nell'Ue ricevano la stessa retribuzione per uno stesso lavoro. La direttiva introduce misure che aumentano la trasparenza, e altre che rafforzano i diritti di chi subisce discriminazione. E prevede sanzioni per i datori di lavoro che discriminano. In base alla proposta della Commissione, i datori di lavoro dovranno fornire informazioni sul livello - o l'intervallo - retributivo iniziale nell'annuncio del posto vacante o prima del colloquio di lavoro. I datori di lavoro non saranno autorizzati a chiedere ai potenziali lavoratori informazioni sulle retribuzioni precedentemente percepite.

I lavoratori già dipendenti avranno invece il diritto di chiedere informazioni al proprio datore sul loro livello di retribuzione individuale e sui livelli salariali medi, ripartiti per sesso, per le categorie che svolgono lo stesso lavoro o un lavoro di pari valore. Inoltre, i datori di lavoro con almeno 250 dipendenti dovranno rendere pubbliche all'interno delle loro organizzazioni informazioni sul divario retributivo tra lavoratrici e lavoratori. Se la relazione sulle retribuzioni rivela un divario retributivo di genere di almeno il 5%, e se il datore di lavoro non è in grado di giustificare tale divario in base a fattori oggettivi neutri dal punto di vista del genere, i datori di lavoro dovranno effettuare una valutazione delle retribuzioni, in collaborazione con i rappresentanti dei lavoratori. 

In base alla proposta della Commissione, i lavoratori che hanno subito discriminazioni retributive di genere potranno ottenere un risarcimento, compreso il recupero integrale della retribuzione arretrata e dei relativi premi. E spetterà automaticamente al datore di lavoro, e non al lavoratore, provare che non vi è stata discriminazione in materia di retribuzione. Infine, Bruxelles vuole che gli Stati membri introducano sanzioni specifiche per le violazioni della norma sulla parità retributiva, compreso un livello minimo di ammende.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie