Mercoledì 21 Novembre 2018 | 03:00

NEWS DALLA SEZIONE

Euro: Tajani, messaggio chiaro a chi vuole Italia più povera

Euro: Tajani, messaggio chiaro a chi vuole Italia più povera

 
Manovra: Centeno, ancora dubbi, lo si vede sui mercati

Manovra: Centeno, ancora dubbi, lo si vede sui mercati

 
Brexit: fonti, oggi si punta chiudere dichiarazione su futuro

Brexit: fonti, oggi si punta chiudere dichiarazione su futuro

 
Fondi Ue: Cozzolino, è scontro su condizionalità post 2020

Fondi Ue: Cozzolino, è scontro su condizionalità post 2020

 
Giovani 'parlamentari' a Bruxelles, 'a maggio votiamo'

Giovani 'parlamentari' a Bruxelles, 'a maggio votiamo'

 
Riso: fonti Ue, verso maggioranza in favore ripristino dazi

Riso: fonti Ue, verso maggioranza in favore ripristino dazi

 
Merkel-Macron: avanti sul patto di Meseberg, ora risultati

Merkel-Macron: avanti sul patto di Meseberg, ora risultati

 
Brexit: negoziati Ue-Gb proseguono su documento per futuro

Brexit: negoziati Ue-Gb proseguono su documento per futuro

 
Brexit: Kurz, buona intesa per tutti. Westminster l'approvi

Brexit: Kurz, buona intesa per tutti. Westminster l'approvi

 
Migranti: nuova proposta Ue per risolvere nodo sbarchi Sophia

Migranti: nuova proposta Ue per risolvere nodo sbarchi Sophia

 
Parlamento Ue, risarcimenti più alti per i passeggeri dei treni

Parlamento Ue, risarcimenti più alti per i passeggeri dei treni

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Da Parlamento Ue primo ok ad aumento bilancio europeo post 2020

Da Parlamento Ue primo ok ad aumento bilancio europeo post 2020

BRUXELLES - Aumentare il bilancio europeo per il 2021-2027 dagli 83,5 miliardi proposti dalla Commissione Ue a 120 miliardi di euro, dando maggiori risorse a giovani, ricerca, lavoro e lotta al cambiamento climatico. È la richiesta avanzata dalla commissione bilancio del Parlamento europeo in vista dei negoziati con gli Stati membri sul prossimo budget Ue. Gli eurodeputati hanno sottolineato di essere "uniti e pronti" per il le discussioni con i ministri europei, che sia l'aula di Strasburgo che la Commissione Ue vorrebbero chiudere entro le elezioni europee di maggio 2019. I parlamentari hanno quindi espresso disappunto per il fatto che gli Stati membri, al contrario, non abbiano ancora fatto "progressi significativi" per cercare una posizione comune sul post 2020.

 

Fra le richieste avanzate c'è anche quella di semplificare il sistema con cui viene alimentato il bilancio dell'Unione, introducendo nuove risorse proprie come la tobin tax sulle transazioni finanziarie e una tassa sulla plastica. La posizione approvata dalla commissione Bilancio dovrà essere votata il 14 novembre dalla plenaria del Parlamento, ma i negoziati non potranno partire finché anche gli Stati non troveranno una linea comune.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400