Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 14:49

NEWS DALLA SEZIONE

Propaganda ostile, Eurocamera vuole una risposta forte

Propaganda ostile, Eurocamera vuole una risposta forte

 
Porzi alla guida Conferenza Assemblee legislative regioni Ue

Porzi alla guida Conferenza Assemblee legislative regioni Ue

 
Brexit: fronte anti-May prepara mozione per imporre rinvio

Brexit: fronte anti-May prepara mozione per imporre rinvio

 
Brexit: media, piano B May come piano A, ma senza backstop

Brexit: media, piano B May come piano A, ma senza backstop

 
Ue-Usa: Bruxelles propone avvio negoziati per stop dazi

Ue-Usa: Bruxelles propone avvio negoziati per stop dazi

 
Armi chimiche: verso sanzioni Ue, anche per caso Skripal

Armi chimiche: verso sanzioni Ue, anche per caso Skripal

 
Ue-19: Eurostat, l'inflazione annuale a dicembre cala a 1,6%

Ue-19: Eurostat, l'inflazione annuale a dicembre cala a 1,6%

 
Brexit: Barnier, se Regno Unito sposta paletti pronti a trattare

Brexit: Barnier, se Regno Unito sposta paletti pronti a trattare

 
Europee: sanzioni a partiti che violano dati personali in Ue

Europee: sanzioni a partiti che violano dati personali in Ue

 
Tajani, bene decisione Commissione Ue di imporre dazi su riso

Tajani, bene decisione Commissione Ue di imporre dazi su riso

 
Pe chiede più sostegno per imprese crisi da globalizzazione

Pe chiede più sostegno per imprese crisi da globalizzazione

 

Da Parlamento Ue primo ok ad aumento bilancio europeo post 2020

Da Parlamento Ue primo ok ad aumento bilancio europeo post 2020

BRUXELLES - Aumentare il bilancio europeo per il 2021-2027 dagli 83,5 miliardi proposti dalla Commissione Ue a 120 miliardi di euro, dando maggiori risorse a giovani, ricerca, lavoro e lotta al cambiamento climatico. È la richiesta avanzata dalla commissione bilancio del Parlamento europeo in vista dei negoziati con gli Stati membri sul prossimo budget Ue. Gli eurodeputati hanno sottolineato di essere "uniti e pronti" per il le discussioni con i ministri europei, che sia l'aula di Strasburgo che la Commissione Ue vorrebbero chiudere entro le elezioni europee di maggio 2019. I parlamentari hanno quindi espresso disappunto per il fatto che gli Stati membri, al contrario, non abbiano ancora fatto "progressi significativi" per cercare una posizione comune sul post 2020.

 

Fra le richieste avanzate c'è anche quella di semplificare il sistema con cui viene alimentato il bilancio dell'Unione, introducendo nuove risorse proprie come la tobin tax sulle transazioni finanziarie e una tassa sulla plastica. La posizione approvata dalla commissione Bilancio dovrà essere votata il 14 novembre dalla plenaria del Parlamento, ma i negoziati non potranno partire finché anche gli Stati non troveranno una linea comune.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400