Domenica 21 Aprile 2019 | 12:15

NEWS DALLA SEZIONE

Ue chiude tre infrazioni contro Italia, su marinai e aerosol

 
Eurozona: Eurostat, produzione industriale cala,-0,2% a febbraio

Eurozona: Eurostat, produzione industriale cala,-0,2% a febbraio

 
Ue ferma l'orologio della Brexit, divorzio a Halloween

Ue ferma l'orologio della Brexit, divorzio a Halloween

 
Brexit: Comuni votano mozione su richiesta rinvio al 30/6

Brexit: Comuni votano mozione su richiesta rinvio al 30/6

 
Accordo Ue-Cina, collegare Via della Seta alle reti europee

Accordo Ue-Cina, collegare Via della Seta alle reti europee

 
Facebook: Ue, accettate richieste su chiarezza uso dati

Facebook: Ue, accettate richieste su chiarezza uso dati

 
Def: Ue, Bruxelles valuta target bilancio in tarda primavera

Def: Ue, Bruxelles valuta target bilancio in tarda primavera

 
Fonti Ue, dazi Usa esagerati, stessa risposta su Boeing

Fonti Ue, dazi Usa esagerati, stessa risposta su Boeing

 
Casaleggio al Parlamento Ue con eurodeputati M5S il 9 aprile

Casaleggio al Parlamento Ue con eurodeputati M5S il 9 aprile

 
Parlamento Ue lancia un sito web sui risultati delle europee

Parlamento Ue lancia un sito web sui risultati delle europee

 
Trasporto aereo:ruota bucata in pista non implica rimborso

Trasporto aereo:ruota bucata in pista non implica rimborso

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'intervento
Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

 
HomeIl messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
LecceInchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

Web tax: Francia rilancia battaglia, domani Le Maire a Pe

Web tax: Francia rilancia battaglia, domani Le Maire a Pe

BRUXELLES - La Francia vuole rilanciare la battaglia sulla web tax nell'Ue, con l'obiettivo di riuscire a superare lo stallo tra i 28 e arrivare a chiudere all'Ecofin entro fine anno. E' l'intento della missione che il ministro francese delle finanze Bruno Le Maire farà domani all'Europarlamento in occasione della plenaria a Strasburgo, per ridare slancio al dossier. Le Maire incontrerà il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, il leader dell'Alde Guy Verhofstatd e dell'S&d Udo Bullman, oltre a partecipare a un'audizione delle commissioni europarlamentari affari economici e tassazione e a discutere con la commissaria al digitale Mariya Gabriel e con la collega alla concorrenza Margrethe Vestager, con cui terrà un dibattito pubblico con i cittadini. I lavori per giungere a un'intesa in sede di Ecofin per arrivare a far approvare la tassa sui giganti del web prima delle elezioni europee sono nelle mani della presidenza austriaca dell'Ue, che punta a portare di nuovo il dossier sul tavolo alla riunione di novembre e, se necessario, a dicembre. In materia fiscale serve infatti l'unanimità dei 28. Al momento l'unico Paese fortemente opposto, secondo quanto si apprende, è l'Irlanda, mentre il fronte nordico con Svezia, Danimarca e Finlandia è più flessibile e aperto al dialogo. Ambigua resta la posizione della Germania, preoccupata che questo sistema di tassazione possa avere effetti anche al di fuori dell'economia digitale e colpire il suo settore auto. Le linee della proposta di web tax sul tavolo per tassare i giganti del web - principalmente americani - non sono cambiate: questa riguarderebbe solo le grandi multinazionali con oltre 750 milioni di fatturato a livello internazionale e almeno 50 milioni in Europa. Secondo le stime, sarebbero quindi coinvolte sulle 150-160 società attive nell'Ue.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400