Giovedì 15 Novembre 2018 | 14:14

NEWS DALLA SEZIONE

Asia Bibi: Tajani, sono ottimista sul suo futuro

Asia Bibi: Tajani, sono ottimista sul suo futuro

 
Ogm: scienziati Ue, aggiornare norme in base a nuove tecniche

Ogm: scienziati Ue, aggiornare norme in base a nuove tecniche

 
Brexit: Ue, viaggi brevi senza visti per cittadini britannici

Brexit: Ue, viaggi brevi senza visti per cittadini britannici

 
Germania: Seehofer cede, lascerà guida Csu e governo

Germania: Seehofer cede, lascerà guida Csu e governo

 
Brexit: Francia, palla in campo Gb, prepariamo tutti scenari

Brexit: Francia, palla in campo Gb, prepariamo tutti scenari

 
Brexit: fonti, nessuna svolta nei negoziati, palla in campo Gb

Brexit: fonti, nessuna svolta nei negoziati, palla in campo Gb

 
Tajani a Parigi per celebrazioni centenario Grande Guerra

Tajani a Parigi per celebrazioni centenario Grande Guerra

 
Smog: mezzi pubblici ed efficienza energetica la ricetta Oms

Smog: mezzi pubblici ed efficienza energetica la ricetta Oms

 
Infrazione Ue a Italia per sconti fiscali settore diporto

Infrazione Ue a Italia per sconti fiscali settore diporto

 
Manovra: Tajani, previsioni su Italia? tutto come previsto

Manovra: Tajani, previsioni su Italia? tutto come previsto

 
Agricoltura: Commissione Ue contro analisi Pac Corte Conti

Agricoltura: Commissione Ue contro analisi Pac Corte Conti

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Eurostat: Italia, debito a 131,2% e deficit al 2,4% nel 2017

Eurostat: Italia, debito a 131,2% e deficit al 2,4% nel 2017

BRUXELLES - Un rapporto debito-Pil del 131,2% (contro il 131,4% del 2016), secondo solo a quello della Grecia, e un deficit-Pil al 2,4% (il 2,5% nel 2016): questi i risultati dell'Italia nel 2017 secondo quanto reso noto oggi da Eurostat nella sua seconda comunicazione sull'andamento di debito e deficit nei Paesi Ue lo scorso anno. Eurostat segnala tra l'altro che nel 2017 solo due Paesi hanno avuto deficit pari o superiori al 3%: la Spagna (3,1%) e Portogallo (3%).

 

Tra gli altri Paesi che hanno ricevuto gli aiuti Ue per far fronte agli effetti della crisi, Cipro e la Grecia hanno registrato rispettivamente attivi di bilancio pari all'1,8% e allo 0,8%. Nell'insieme dei 19 Paesi dell'Eurozona il rapporto deficit-Pil è sceso dall'1,6% del 2016 all'uno per cento (dall'1,7 all'uno nella media dei 28). In calo anche la media del rapporto debito-Pil, passato dall' 89,1% all'86,8 nell'Eurozona e dall'83,3 all'81,6% nell'insieme Ue.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400