Mercoledì 24 Ottobre 2018 | 02:16

NEWS DALLA SEZIONE

Manovra: Tajani, sto dalla parte dell'Italia, va cambiata

Manovra: Tajani, sto dalla parte dell'Italia, va cambiata

 
Ue: stime crescita italiane ottimistiche, debito sale

Ue: stime crescita italiane ottimistiche, debito sale

 
Tajani, prepariamo strategia per rilanciare sogno europeo

Tajani, prepariamo strategia per rilanciare sogno europeo

 
Corte Conti Ue, falliti programmi per rinnovabili innovative

Corte Conti Ue, falliti programmi per rinnovabili innovative

 
Schengen: primo voto Eurocamera per limitare controlli

Schengen: primo voto Eurocamera per limitare controlli

 
Web tax: Francia rilancia battaglia, domani Le Maire a Pe

Web tax: Francia rilancia battaglia, domani Le Maire a Pe

 
Mogherini, Usa valutino conseguenze su ritiro da Inf

Mogherini, Usa valutino conseguenze su ritiro da Inf

 
Ue, Usa e Russia mantengano dialogo costruttivo su Inf

Ue, Usa e Russia mantengano dialogo costruttivo su Inf

 
Eurostat: Italia, debito a 131,2% e deficit al 2,4% nel 2017

Eurostat: Italia, debito a 131,2% e deficit al 2,4% nel 2017

 
Kashoggi: Mogherini, indagine faccia chiarezza su omicidio

Kashoggi: Mogherini, indagine faccia chiarezza su omicidio

 
Brexit: Ue, lavoriamo per intesa, ma avanti su piani emergenza

Brexit: Ue, lavoriamo per intesa, ma avanti su piani emergenza

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Schengen: Ue, è tempo porre fine a controlli confini interni

Schengen: Ue, è tempo porre fine a controlli confini interni

BRUXELLES - La Commissione Ue invita a "porre fine" ai controlli alle frontiere interne dello spazio Schengen, misura che dovrebbe essere eccezionale ma che dal 2015 viene regolarmente rinnovata da vari paesi, tra cui Francia e Germania. "Non riesco a immaginare l'Europa con confini interni chiusi, non permetteremo all'Europa di tornare al passato", ha detto il commissario europeo per la Migrazione Dimitris Avramopoulos, a margine del Consiglio dei ministri dell'Interno dell'Ue, a Lussemburgo. 

 

"Vi sono preoccupazioni e alcune sono giustificate - ha spiegato Avramopoulos - ma negli ultimi anni abbiamo garantito maggiore sicurezza. Ed è tempo di mettere fine ai controlli", ha insistito. Sei Paesi dell'area Schengen - Francia, Germania, Austria, Danimarca, Svezia, Norvegia - da tre anni hanno reintrodotto i controlli ad alcuni confini, sulla base di deroghe legali. A inizio ottobre la Francia ha notificato a Bruxelles di voler proseguire per altri sei mesi (fino a fine aprile 2019) e ieri l'Austria ha fatto altrettanto.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400