Lunedì 10 Dicembre 2018 | 09:19

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Ue fissa valori limite esposizione diesel sul lavoro

Ue fissa valori limite esposizione diesel sul lavoro

BRUXELLES - Consiglio Ue e Parlamento europeo hanno raggiunto un accordo per proteggere meglio i lavoratori dall'esposizione a sostanze cancerogene e mutagene, aggiungendo i gas di scarico dei motori diesel all'elenco delle sostanze nocive. Allo stesso tempo si è deciso di porre dei valori limite per l'esposizione per altre 7 sostanze, tra cui tricloroetilene, 4,4-metilendianilina, epicloridrina, dibromuro di etilene e dicloruro di etilene. Secondo l'Europarlamento, sono 20 milioni i lavoratori europei esposti a tali sostanze. 

 

L'accordo odierno, nell'ambito della riforma della direttiva del 2004, mira a ridurre ulteriormente il rischio di cancro per i lavoratori, quale principale causa dei decessi legati al posto di lavoro nell'Ue. "Questo accordo è particolarmente soddisfacente perché dopo mesi di negoziati siamo riusciti a introdurre un limite di esposizione ai fumi diesel", ha affermato l'eurodeputato Claude Rolin (Ppe), relatore del dossier. "Lavoreremo con gli imprenditori per garantire che questi limiti siano rispettati" ha aggiunto la Confederazione europea dei sindacati, mentre per l'eurodeputata dei Verdi Karima Velli l'accordo è una vittoria per coloro che "credono nell'Europa come processo di conquista democratica".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400