Lunedì 17 Dicembre 2018 | 12:53

NEWS DALLA SEZIONE

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 

Apple ridà 14,3 mld euro di 'aiuti fiscali' a Irlanda

Apple ridà 14,3 mld euro di 'aiuti fiscali' a Irlanda

BRUXELLES - Apple ha versato 14,3 miliardi di euro all'Irlanda a titolo di pieno recupero di presunti aiuti di Stato. Lo ha comunicato il ministro delle finanze irlandese Paschal Donohoe confermando il totale recupero di 13,1 miliardi di euro più interessi per 1,2 miliardi di euro. 

 

Apple, riferisce il ministro delle finanze irlandese, ha completato a inizio settembre il recupero delle tasse non pagate e considerate da Bruxelles aiuti di stato illegali. La conclusione dell'operazione, condotta a partire dallo scorso maggio, sottolinea Donohoe, è avvenuta nei tempi previsti entro fine settembre, "in linea con gli impegni presi" precedentemente. Dublino, però, continua a non accettare l'analisi di Bruxelles del caso e ha per questo già fatto ricorso alla Corte di giustizia Ue a cui ha chiesto l'annullamento della decisione. Questa la sta esaminando in modo prioritario. Il fatto di aver proceduto al recupero dei 14,3 miliardi depositati ora su un fondo fiduciario, dimostra quindi la buona fede dell'Irlanda di aver sempre agito secondo le regole. "Si tratta del più grande recupero di aiuti di stato" e questo fondo è quindi "uno dei più grandi a essere stati costituiti", ha spiegato Donohoe, per cui "c'è voluto tempo per stabilire infrastruttura e quadro legali" ma questo era "essenziale per proteggere gli interessi di tutte le parti". 

 

La Commissione Ue, ha quindi fatto sapere il portavoce della commissaria Margrethe Vestager, di fronte a questo sviluppo proporrà ora di chiudere il caso nei confronti dell'Irlanda per il mancato recupero degli aiuti per Apple.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400