Martedì 11 Dicembre 2018 | 00:54

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Tajani, linguaggio Moscovici non consono commissario Ue

Tajani, linguaggio Moscovici non consono commissario Ue

POTENZA - "A me non piace quello che ha detto Moscovici: quello non è un linguaggio consono a un commissario europeo, non deve aggredire o offendere un Paese membro, qui non ci sono dittatori. Il nostro è un Paese democratico". Lo ha detto il Presidente del Parlamento Ue, Antonio Tajani, a Potenza per gli Stati generali di Forza Italia in Basilicata.

 

"Gli insulti - aggiunge Tajani - vanno respinti al mittente, ma non sto neanche con Di Maio, quando offende il Parlamento Ue perché ha votato contro la posizione dei 5 stelle a sostegno delle lobby di Google o Amazon, ovvero i grandi signori del web che senza regole rischiano di uccidere la nostra industria culturale". "Quindi - conclude - né l'uno né l'altro hanno ragione: dobbiamo preoccuparci dei bisogni dei cittadini affrontando la questione lavoro. Il dramma della disoccupazione è il problema dei problemi. Ancora più grave e importante della questione immigrazione".

 

"L'Europa - ha spiegato il presidente dell'Eurocamera - si è accorta troppo tardi dell'emergenza immigrazione: l'Italia, come Malta, la Spagna e la Grecia sono state lasciate da sole. Gli Stati membri dell'Unione europea non hanno agito come avrebbero dovuto. È mancata la solidarietà, e se avessero seguito il Parlamento europeo, che ha già approvato la riforma di Dublino, non ci sarebbe stato il caso Diciotti". Secondo Tajani, "gli Stati membri hanno perso tempo, a cominciare dai Paesi dell'Est Europa, che dicono di volersi battere contro l'immigrazione ma quando si tratta di accogliere rifugiati per aiutare l'Italia a battersi e a risolvere i problemi dell'immigrazione, non sono affatto solidali. Questa è una contraddizione che va affrontata e risolta".

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400