Lunedì 27 Maggio 2019 | 00:58

NEWS DALLA SEZIONE

Tribunale Ue respinge ricorso investitori greci contro Bce

Tribunale Ue respinge ricorso investitori greci contro Bce

 
Domani voto Gb, ritardi tagliano fuori espatriati

Domani voto Gb, ritardi tagliano fuori espatriati

 
Tusk e Verhofstadt, elettori Gb votino pro-remain

Tusk e Verhofstadt, elettori Gb votino pro-remain

 
Europee: lanciata una app per orientare gli indecisi

Europee: lanciata una app per orientare gli indecisi

 
Macron, domenica il voto più importante dal 1979

Macron, domenica il voto più importante dal 1979

 
Verhofstadt a Salvini, spieghi i legami con Putin

Verhofstadt a Salvini, spieghi i legami con Putin

 
Europee: Navigatore elettorale aiuta a orientarsi nel voto

Europee: Navigatore elettorale aiuta a orientarsi nel voto

 
Sei esponenti del team Juncker in corsa per elezioni europee

Sei esponenti del team Juncker in corsa per elezioni europee

 
Sondaggio ora dà Farage al 35%, male Tory e Labour

Sondaggio ora dà Farage al 35%, male Tory e Labour

 
Europee: garante privacy Ue, protezione dati è essenziale

Europee: garante privacy Ue, protezione dati è essenziale

 
Studio, italiani temono crollo sistema politico

Studio, italiani temono crollo sistema politico

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeA Monopoli e Corato
Telefonini in cabina: due denunciati nel Barese: «Mi dici come devo votare?»

Telefonini in cabina, due denunciati nel Barese: «Mi dici come devo votare?»

 
LecceIl caso in Salento
Novoli, sbagliano il nome del candidato sindaco: sulla scheda un "De" in più

Novoli, sbagliato il nome del candidato sindaco sulla scheda: un «De» in più

 
MateraAlcuni disagi
Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

 
BatIn piazza
Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

 
BrindisiMala sanità
«Ceglie Messapica, cala il silenzio sull'ospedale»

Ceglie Messapica, fisiatra in aspettativa: niente riabilitazione dopo incidente

 
TarantoIl caso
Mangiano funghi velenosi: famiglia intossicata nel Tarantino

Mangiano funghi velenosi: famiglia intossicata nel Tarantino

 
FoggiaIn largo Risorgimento
Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 

i più letti

Orban a Strasburgo: ''Ungheria fermerà l'immigrazione anche da sola, complimenti all'Italia'

Orban a Strasburgo: ''Ungheria fermerà l'immigrazione anche da sola, complimenti all'Italia'

"Voi vi siete già fatti un'idea su questa relazione, e il mio intervento non vi farà cambiare opinione ma sono venuto lo stesso. Non condannerete un governo, ma l'Ungheria che da mille anni è membro della famiglia europea. Sono qui per difendere la mia Patria". Lo ha detto il premier ungherese Viktor Orban alla plenaria di Strasburgo. "L'Ungheria - ha detto - sarà condannata perché ha deciso che non sarà patria di immigrazione. Ma noi non accetteremo minacce e ricatti delle forze pro-immigrazione: difenderemo le nostre frontiere, fermeremo l'immigrazione clandestina anche contro di voi, se necessario. L'Ungheria sarà condannata perché ha deciso che non sarà patria di immigrazione. Ma noi non accetteremo minacce e ricatti delle forze pro-immigrazione: difenderemo le nostre frontiere, fermeremo l'immigrazione clandestina anche contro di voi, se necessario. Non accetteremo che le forze pro-migrazione ci ricattino, non cederemo al ricatto, difenderemo le frontiere e fermeremo la migrazione clandestina. Anche contro di voi se è necessario. Siamo noi a difendere le nostre frontiere e solo noi possiamo decidere. Vi dico che non accetto questa relazione e che le forze pro-immigrazione ci facciano dei ricatti sulla base di calunnie"

 

"Ho accettato compromessi sul sistema giudiziario e elettorale - ha detto Orban - ma questa relazione vuole buttare alle ortiche accordi conclusi da anni. State dando un colpo grave al dialogo costruttivo", ha aggiunto, sottolineando che la relazione del parlamento sull'Ungheria "contiene 37 errori".

 

"Sulla migrazione - ha poi detto Orban - sono disposto a cooperare con qualsiasi governo che vuole difendere le frontiere, non è per me una questione partitica, e devo dire che mi tolgo il cappello di fronte agli italiani per il coraggio che stanno avendo e hanno avuto per quanto hanno fatto". 

 

RIVEDI IL DIBATTITO IN AULA:

  

 

 

Il leader dei Popolari al Parlamento Ue, Manfred Weber, ha reso noto che la sua "famiglia politica" deciderà stasera sul voto di domani sull'Ungheria. "Ma voglio dire a tutti che se non ci sarà la disponibilità a risolvere tutti i problemi da parte del governo ungherese, si farà scattare l'articolo 7.1". 

 

"Il premier Viktor Orban sarà franco e diretto sulle accuse del rapporto Sargentini, al Parlamento europeo. Il rapporto non solo contiene errori, ma anche bugie, e casi già chiusi". Con queste parole il portavoce del governo ungherese ha anticipato ieri il contenuto del disorso che questo pomeriggio terrà a Strasburgo il premier Orban. Il Parlamento Ue è infatti chiamato a esprimersi sull'avvio delle procedure dell'articolo 7 dei trattati Ue, che prevede una serie di sanzioni per i Paesi che violano le regole sullo stato di diritto. Dopo il dibattito di oggi, la Plenaria voterà domani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400