Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 22:44

NEWS DALLA SEZIONE

Fondi Ue: Lezzi, follia bloccarli a chi viola norme bilancio

Fondi Ue: Lezzi, follia bloccarli a chi viola norme bilancio

 
Propaganda ostile, Eurocamera vuole una risposta forte

Propaganda ostile, Eurocamera vuole una risposta forte

 
Porzi alla guida Conferenza Assemblee legislative regioni Ue

Porzi alla guida Conferenza Assemblee legislative regioni Ue

 
Brexit: fronte anti-May prepara mozione per imporre rinvio

Brexit: fronte anti-May prepara mozione per imporre rinvio

 
Brexit: media, piano B May come piano A, ma senza backstop

Brexit: media, piano B May come piano A, ma senza backstop

 
Ue-Usa: Bruxelles propone avvio negoziati per stop dazi

Ue-Usa: Bruxelles propone avvio negoziati per stop dazi

 
Armi chimiche: verso sanzioni Ue, anche per caso Skripal

Armi chimiche: verso sanzioni Ue, anche per caso Skripal

 
Ue-19: Eurostat, l'inflazione annuale a dicembre cala a 1,6%

Ue-19: Eurostat, l'inflazione annuale a dicembre cala a 1,6%

 
Brexit: Barnier, se Regno Unito sposta paletti pronti a trattare

Brexit: Barnier, se Regno Unito sposta paletti pronti a trattare

 
Europee: sanzioni a partiti che violano dati personali in Ue

Europee: sanzioni a partiti che violano dati personali in Ue

 
Tajani, bene decisione Commissione Ue di imporre dazi su riso

Tajani, bene decisione Commissione Ue di imporre dazi su riso

 

Europee:Ppe apre la corsa a candidature per poltrona Juncker

Europee:Ppe apre la corsa a candidature per poltrona Juncker

BRUXELLES - L'Assemblea politica del Partito popolare europeo (Ppe), che si è riunita a Bruxelles il 6-7 settembre per preparare l'imminente congresso che si terrà l'8 novembre a Helsinki, ha aperto il processo di nomina ufficiale per i candidati del gruppo per il presidente della Commissione europea. Lo riferisce una nota del Ppe. "Il processo per eleggere il candidato principale del Ppe (il cosiddetto 'Spitzenkandidat') è stato attentamente progettato in modo tale da rimanere fedele ai valori fondamentali di apertura, trasparenza e democrazia del gruppo - ha dichiarato il presidente Joseph Daul -. Non vedo l'ora che il processo generi un fruttuoso dibattito sulla direzione futura del nostro continente e ci consegni un candidato leader che manterrà la posizione del Ppe come prima famiglia politica in Europa dopo le europee del maggio 2019". Daul ha poi precisato che in veste di presidente rimarrà "neutrale davanti a tutti i candidati dichiarati e potenziali" e che "attraverso un processo democratico, il congresso eleggerà il candidato principale del partito per il presidente della Commissione europea, che in seguito avrà il mio pieno sostegno". Due giorni fa il leader dei Popolari al Parlamento europeo, Manfred Weber, ha annunciato di volersi presentare come candidato di punta del suo gruppo alle europee di maggio 2019.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400