Lunedì 18 Marzo 2019 | 22:24

NEWS DALLA SEZIONE

La settimana della verità per la Brexit di Theresa May

La settimana della verità per la Brexit di Theresa May

 
Mogherini, annessione della Crimea alla Russia resta ferita aperta

Mogherini, annessione della Crimea alla Russia resta ferita aperta

 
Via della Seta: Financial Times, Italia valuta prestiti da banca Cina

Via della Seta: Financial Times, Italia valuta prestiti da banca Cina

 
Turchia: Ue, non ci sono progressi per liberalizzare visti

Turchia: Ue, non ci sono progressi per liberalizzare visti

 
Clima: Greta, 'non vogliamo speranze ma vostre azioni'

Clima: Greta, 'non vogliamo speranze ma vostre azioni'

 
Disabili: ok Eurocamera a nuove norme accessibilità servizi

Disabili: ok Eurocamera a nuove norme accessibilità servizi

 
Migranti: Eurocamera, più risorse per l'asilo e l'integrazione

Migranti: Eurocamera, più risorse per l'asilo e l'integrazione

 
Terrorismo: Tajani, non dobbiamo abbassare la guardia

Terrorismo: Tajani, non dobbiamo abbassare la guardia

 
Ue impone stop olio di palma in biodiesel entro 2030

Ue impone stop olio di palma in biodiesel entro 2030

 
Ambiente: accordo Ue su Programma Life post 2020

Ambiente: accordo Ue su Programma Life post 2020

 
Brexit: Parlamento Ue vara misure d'emergenza in caso 'no deal'

Brexit: Parlamento Ue vara misure d'emergenza in caso 'no deal'

 

Il Biancorosso

LE PAGELLE
Iadaresta aumenta il peso offensivoPozzebon grigio: neanche un tiro

Iadaresta aumenta il peso offensivo
Pozzebon grigio: neanche un tiro

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Copyright: eurodeputati e imprenditori difendono riforma Ue

Copyright: eurodeputati e imprenditori difendono riforma Ue

BRUXELLES - Difendere la riforma europea del copyright in vista del voto della prossima settimana in plenaria: è l'obiettivo della riunione tenutasi ieri a Bruxelles tra eurodeputati e rappresentanze degli editori e dell'industria culturale e creativa italiana ed europea. "Se si vuol fare un compromesso" sulla revisione della direttiva, ha sottolineato l'europarlamentare del Pd Luigi Morgano, "non c'è dubbio" che dovrà essere "il compromesso che propone il relatore", su cui la plenaria aveva deciso il rinvio del voto a luglio. Silvia Costa (Pd) ha ricordato le "fake news" circolate sugli articoli 11 e 13 della direttiva accusati rispettivamente di mettere una 'tassa sui link' e un 'bavaglio al web'. "Quello che non è accettabile - ha osservato quest'ultima - è che si possa intimidire il Parlamento europeo, portandoci di fatto a far sì che questa legislatura non approvi una normativa che comunque fa fare passi avanti su alcuni punti fondamentali".

 

Presenti all'incontro anche gli eurodeputati di Forza Italia Massimiliano Salini e Stefano Maullu. Serve un "cambio di marcia", ha sottolineato Maullu, "nello spiegare bene la situazione: i giornalisti producono, gli editori pagano, e qualcuno guadagna sulla pubblicità, in particolare i giganti del web, Google e Facebook". Per questo il presidente dell'Associazione italiana editori (Aie), Ricardo Franco Levi, ha sottolineato che il modo in cui si è sviluppato il dibattito sulla normativa europea sul copyright, "con una capacità di pressione" e in molti casi "di ingerenza" all'interno del Parlamento europeo da parte "grandi operatori della rete", pone un "tema fondamentale di tutela delle libertà democratiche".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400