Martedì 18 Dicembre 2018 | 21:00

NEWS DALLA SEZIONE

Eurozona, l'inflazione annuale a novembre scende a 1,9%

Eurozona, l'inflazione annuale a novembre scende a 1,9%

 
Eurozona: surplus di 14 mld commercio internazionale ad ottobre

Eurozona: surplus di 14 mld commercio internazionale ad ottobre

 
May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 

Copyright: Salini e Maullu (Fi), su riforma non arretreremo

Copyright: Salini e Maullu (Fi), su riforma non arretreremo

BRUXELLES - "Tutelare il diritto d'autore significa difendere l'informazione, la libertà di espressione e quindi la democrazia: per questo non arretreremo di un passo e difenderemo la riforma del copyright. L'impianto concettuale e giuridico proposto dal Ppe è corretto perché punta a preservare e a valorizzare sul piano economico il lavoro intellettuale di giornalisti, creativi, artisti, e l'industria culturale, audiovisiva e multimediale, tutelando nel contempo la libertà dei cittadini sul web, contro disinformazione e fake news". E' quanto dichiarano gli europarlamentari di Forza Italia Massimiliano Salini e Stefano Maullu a margine di un incontro sulla riforma del copyright che si è tenuto oggi a Bruxelles con le rappresentanze degli editori e dell'industria culturale e creativa italiana ed europea.

 

"E' importante che questa riforma passi prima della fine della legislatura. Come esponenti di Forza Italia - sottolinea Salini - faremo ogni sforzo affinché la proposta del Ppe, che andrà al voto la prossima settimana in plenaria, non ceda alle pressioni inaccettabili delle multinazionali del web, che guadagnano miliardi sfruttando i contenuti prodotti dal lavoro intellettuale altrui e attuano pratiche al limite dell'elusione fiscale per non pagare neppure le tasse". "Il prossimo 12 settembre, al Parlamento europeo, avrà luogo la votazione decisiva sulla direttiva di riforma del copyright, per la quale bisogna assolutamente esprimersi in senso positivo - dichiara Maullu; - Non soltanto per tutelare l'attività di creativi, autori o giornalisti, ma anche per assicurare loro una giusta retribuzione, come è giusto che sia. Per parte mia, trovo estremamente interessante anche l'ipotesi di introdurre un "diritto connesso" per gli editori di giornali, che consentirebbe a tutte le testate, indipendentemente dalle loro dimensioni, di ottenere una giusta remunerazione. Un voto positivo, inoltre, contribuirebbe in maniera determinante alla lotta contro le fake news e l'informazione di bassa qualità, tutelando i creativi dallo strapotere dei giganti del web".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400