Lunedì 10 Dicembre 2018 | 22:29

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Brexit: per May inaccettabili idee Ue sull'Irlanda

Brexit: per May inaccettabili idee Ue sull'Irlanda

Le proposte avanzate finora dall'Ue per risolvere il nodo della frontiera irlandese nel negoziato sulla Brexit - tramite un backstop garantito da un allineamento di regole fra Irlanda e Irlanda del Nord - sono "impraticabili" e il governo britannico non le potrà accettare "mai". Lo ha ribadito Theresa May a Belfast, sollecitando Bruxelles a farle "evolvere". La premier ha comunque promesso un "confine senza barriere", ma nel rispetto dell'integrità del mercato britannico e dei legami fra Irlanda del Nord e resto del Regno Unito.

 

"Siamo aperti a qualunque soluzione purché siano praticabili ed in tempo utile per il recesso. Siamo pronti ad accettare anche un 'no deal' e ci prepariamo a qualunque livello". Così il capo negoziatore Ue sulla Brexit Michel Barnier. "Non abbiamo bisogno di più tempo, ma di decisioni e chiarezza, dobbiamo dare certezze giuridiche". "Tutti i membri del Consiglio affari generali hanno insistito sul fatto che abbiamo l'obbligo di trovare soluzioni operative sull'Irlanda. Non vogliamo una frontiera dura. Invito tutti a sdrammatizzare il problema dei controlli sul backstop", ha aggiunto il capo negoziatore Ue. "Ci sarà un accordo se ci sarà un backstop, non necessariamente il backstop proposto dalla Commissione su cui possiamo lavorare e migliorare, ma serve ora un accordo operativo".

 

"Il tempo stringe, vola, è tiranno, ma io penso che quello che ci rimane è sufficiente per trovare un accordo", ha dichiarato Barnier. "Io lavoro facendo affidamento sulla scorta delle decisioni del Consiglio europeo che sono molto precise e non negozio sul Libro Bianco - ha aggiunto -. Quello che intendo fare è cercare con i britannici i terreni di intesa comuni. In autunno saremo pronti per fare un punto, ho fiducia in Tusk che organizza i lavori", facendo riferimento ad "ottobre-novembre per trovare un accordo per iniziare il processo di ratifica in tempo".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400