Martedì 11 Dicembre 2018 | 18:03

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Ceta: Centinaio, vogliamo capire vantaggi, non ne vediamo

Ceta: Centinaio, vogliamo capire vantaggi, non ne vediamo

BRUXELLES - "Oggi come oggi nessuno ci sta dicendo in modo concreto e con dati reali e razionali che la posizione che abbiamo assunto nel contratto di governo è una posizione sbagliata, nessuno ha fretta di portare il Ceta in Aula, e quindi vogliamo capire se realmente il Ceta è vantaggioso per il nostro Paese, ad oggi ci sembra di no". Così il ministro delle politiche agricole Gian Marco Centinaio al suo arrivo al Consiglio agricoltura e pesca a Bruxelles.

 

"Abbiamo supposizioni, soprattutto sensazioni da parte degli imprenditori nel mondo agricolo che ci dicono di no, io penso al discorso dei 41 Igp che vengono tutelate e tutto il resto viene abbandonato a se stesso. Io sono il ministro dell'Agricoltura e non di parte dell'agricoltura, ho posto la questione sul tavolo riguardante il Ceta e vediamo se ci sono dei dati che confutano la nostra posizione", ha dichiarato il ministro dell'Agricoltura, Gian Marco Centinaio, all'arrivo al Consiglio Agricoltura e Pesca a Bruxelles.

 

Alla domanda se abbia senso impuntarsi per proteggere le Igp che probabilmente in Canada nessuno conosce, il ministro replica: "In totale quante igp abbiamo? Qualcuno dice 250, ne stiamo tutelando 41, direi che ce ne sono circa 200 fuori, vediamo se queste 200 sono tutte locali che tutelano e che servono il mercato rionale, oppure se ce ne sono alcune che possono essere tutelate" in Canada. "Io non ho un'idea preconcetta, non dico no assolutamente, il problema che fino ad oggi nessuno mi ha fatto cambiare idea, nessuno mi ha dato dei dati concreti per cambiare idea, solo gli stupidi non cambiano idea", ha concluso.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400