Lunedì 17 Dicembre 2018 | 12:36

NEWS DALLA SEZIONE

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 

Nasce secondo gruppo acciaio europeo da ThyssenKrupp e Tata

Nasce secondo gruppo acciaio europeo da ThyssenKrupp e Tata

BRUXELLES- La tedesca Thyssenkrupp e l'indiana Tata Steel danno vita al secondo gruppo dell'acciaio europeo dopo ArcelorMittal. L'intesa finale per la creazione della joint venture 'Thyssenkrupp Tata Steel' è stato firmato oggi a Bruxelles dopo l'annuncio fatto il 30 giugno scorso. La trattativa per arrivare all'intesa è durata due anni e un memorandum d'intesa era già stato siglato a dicembre 2017. Il direttore finanziario di Thyssenkrupp, Guido Kerkhoff, ha assicurato oggi che "questo processo non avrà alcun impatto sullo stabilimento di Terni". La sede della joint venture sarà in Olanda, nella regione di Amsterdam. Ciascuna delle due società deterrà il 50% delle attività. La fusione è "l'unica soluzione per creare un valore aggiunto significativo", ha detto durante la presentazione il ceo tedesco Heinrich Hiesinger, spiegando che la joint venture è la "risposta perfetta alla sfide odierne come l'eccesso di capacità sul mercato mondiale e la pressione occupazionale". Le due società si attendono sinergie per 400-500 milioni di euro, ma il piano di aggregazione delle attività prevede anche 4mila esuberi. "Crediamo che per la maggior parte dei nostri dipendenti il futuro sia più sicuro", ha spiegato Hiesinger, aggiungendo però che "in certe occasioni, per creare sinergie non possono essere evitati aggiustamenti". La sede della joint venture sarà in Olanda, nella regione di Amsterdam.(ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400