Lunedì 10 Dicembre 2018 | 13:57

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Macedonia: premier, prossimo allargamento Ue ci includerà

Macedonia: premier, prossimo allargamento Ue ci includerà

BRUXELLES - "Il prossimo allargamento, che includerà la Macedonia, è un consolidamento dell'Unione europea" e i leader Ue lo completeranno "accettando i paesi dei Balcani occidentali all'interno della loro famiglia". Lo ha detto il premier macedone, Zoran Zaev, durante un punto stampa con il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, prima del vertice europeo a Bruxelles, dove i Ventotto dovrebbero confermare la decisione di avviare i negoziati per l'ingresso di Skopje e Tirana nel giugno del 2019.

 

"Abbiamo un obiettivo specifico davanti a noi, da parte nostra restano da completare i compiti" di riforma richiesti dall'Ue, "e quindi entrare orgogliosamente" in Ue, ha sottolineato Zaev, indicando in 7 anni il possibile periodo di trattativa che attende Skopje per entrare nell'Unione. "In uno spirito democratico europeo, un referendum deciderà il futuro del nostro Paese", ha detto il premier macedone, riferendosi al voto popolare che in autunno deciderà le sorti dell'accordo firmato dal governo macedone con Atene lo scorso 17 giugno sul nuovo nome del Paese (Macedonia del nord). "È europeo offrire queste soluzioni" ai cittadini, ha evidenziato, ribadendo la volontà "senza alcun dubbio di entrare nella famiglia dei Paesi stabili e in via di sviluppo. Non si guarda indietro", ha concluso.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400