Venerdì 26 Aprile 2019 | 06:30

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: Eurostat, tasso impiego record in Ue, 73,2% nel 2018

Lavoro: Eurostat, tasso impiego record in Ue, 73,2% nel 2018

 

Ue chiude tre infrazioni contro Italia, su marinai e aerosol

 
Eurozona: Eurostat, produzione industriale cala,-0,2% a febbraio

Eurozona: Eurostat, produzione industriale cala,-0,2% a febbraio

 
Ue ferma l'orologio della Brexit, divorzio a Halloween

Ue ferma l'orologio della Brexit, divorzio a Halloween

 
Brexit: Comuni votano mozione su richiesta rinvio al 30/6

Brexit: Comuni votano mozione su richiesta rinvio al 30/6

 
Accordo Ue-Cina, collegare Via della Seta alle reti europee

Accordo Ue-Cina, collegare Via della Seta alle reti europee

 
Facebook: Ue, accettate richieste su chiarezza uso dati

Facebook: Ue, accettate richieste su chiarezza uso dati

 
Def: Ue, Bruxelles valuta target bilancio in tarda primavera

Def: Ue, Bruxelles valuta target bilancio in tarda primavera

 
Fonti Ue, dazi Usa esagerati, stessa risposta su Boeing

Fonti Ue, dazi Usa esagerati, stessa risposta su Boeing

 
Casaleggio al Parlamento Ue con eurodeputati M5S il 9 aprile

Casaleggio al Parlamento Ue con eurodeputati M5S il 9 aprile

 
Parlamento Ue lancia un sito web sui risultati delle europee

Parlamento Ue lancia un sito web sui risultati delle europee

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

LecceSalento
Melpignano, Francesco Guccini inaugura Palazzo Marchesale

Melpignano, Francesco Guccini nel giardino del palazzo Marchesale tra musica e parole

 
BariIl protocollo
Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa

Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa
Bagarre tra Sisto e Decaro

 
BrindisiIl concerto
Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

 
FoggiaOperazione dei Cc
Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

 
PotenzaLa situazione
Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

 
BatL'appuntamento
Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 

Vaticano: cardinale Parolin in missione Montenegro e Serbia

Vaticano: cardinale Parolin in missione Montenegro e Serbia

BELGRADO - Il segretario di stato vaticano, cardinale Pietro Parolin, ha cominciato oggi una missione in Montenegro e Serbia con l' obiettivo di rafforzare i rapporti della Santa Sede con entrambi i Paesi balcanici, e dare sostegno alle chiese e comunita' cattoliche locali. Si tratta della prima visita di un segretario di stato nei due Paesi ex jugoslavi.

 

 

A Podgorica il cardinale Parolin ha incontrato oggi il presidente montenegrino Milo Djukanovic, che ha sottolineato l'impegno del suo Paese a difesa della liberta' di religione, della stabilita' politica e del carattere multiconfessionale e multiculturale dello stato montenegrino. Come ha riferito l'agenzia Mina, Djukanovic nel colloquio con Parolin ha sottolineato il grande "rispetto per il ruolo di papa Francesco nel mantenimento della pace, della stabilita' e nella difesa dei diritti umani".

 

 

E ricordando la lunga e ricca storia dei rapporti tra Montenegro e Santa Sede, il presidente ha auspicato una visita di papa Francesco in Montenegro nel prossimo futuro. Il cardinale Parolin da parte sua ha espresso la speranza che il presidente Djukanovic possa recarsi presto in Vaticano. Il segretario di stato proseguira' domani e dopodomani la visita in Montenegro, mentre il 30 giugno e il primo luglio sara' in Serbia.

 

 

A Belgrado sabato il cardinale Parolin - primo segretario di stato vaticano a visitare la Serbia - incontrera' il patriarca serbo ortodosso Irinej e avra' colloqui con il presidente Aleksandar Vucic, la premier Ana Brnabic e il ministro degli esteri Ivica Dacic. Domenica si trasferira' a Novi Sad dove, dopo la celebrazione di una messa solenne nella cattedrale, inaugurera' la nuova sede della Conferenza episcopale internaziopnale dei santi Cirillo e Metodio, della quale fanno parte i vescovi di Serbia, Montenegro, Macedonia e Kosovo.

 

L'importanza di questa prima visita in Serbia del segretario di stato vaticano e' stata sottolineata dal nunzio apostolico a Belgrado, monsignor Luciano Suriani. A margine del ricevimento offerto oggi nella capitale per il quinto anniversario dell'elezione di papa Francesco, il nunzio ha espresso l'auspicio di un progressivo miglioramento dei rapporti con la chiesa ortodossa locale che possa aprire la strada a una visita del Santo Padre in Serbia. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400