Giovedì 13 Dicembre 2018 | 22:58

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Intesa Ue-Alibaba, eBay, Amazon rimuovere prodotti pericolosi

Intesa Ue-Alibaba, eBay, Amazon rimuovere prodotti pericolosi

BRUXELLES - Intesa tra la Commissione Ue e i 'big' dello shopping online tra cui Amazon, eBay e Alibaba-Aliexpress, per rimuovere rapidamente dalla vendita su internet i prodotti pericolosi. Le quattro piattaforme che hanno sottoscritto l'accordo (oltre alle 3 più note si aggiunge anche la francese Rakuten-France) si impegnano a reagire più velocemente alle notifiche di prodotti non sicuri venduti sul loro sistema, rispondendo entro 2 giorni lavorativi nel caso di segnalazioni da parte delle autorità degli stati membri, ed entro 5 giorni quando provengono dagli utenti. Queste dovranno quindi mettere in piedi punti contatto con le autorità nazionali e modalità semplici e chiare per le segnalazioni dei consumatori, e fornire informazioni sul seguito dato alle segnalazioni di prodotti pericolosi. Le piattaforme dovranno inoltre consultare il sistema di allerta Ue Rapid per le merci pericolose, prendere misure per evitare il loro riapparire nell'offerta online e fornire informazioni e una formazione ai loro rivenditori sulle norme Ue sulla sicurezza dei prodotti.

 

"Sempre più persone nell'Ue fanno shopping online", per questo "i consumatori devono essere sicuri quando acquistano su internet come quando lo fanno in negozio", ha sottolineato la commissaria Ue alla giustizia e consumatori Vera Jourova.

 

L'intesa volontaria siglata con questi primi 4 'big' - che fa seguito alla direttiva Ue sull'e-commerce che però non scende nei dettagli - è aperta anche a tutti gli altri 'marketplace' online, che sono "anche loro invitati ad aggiungersi a questa iniziativa", ha concluso la commissaria.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400