Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 08:50

NEWS DALLA SEZIONE

Eurozona, l'inflazione annuale a novembre scende a 1,9%

Eurozona, l'inflazione annuale a novembre scende a 1,9%

 
Eurozona: surplus di 14 mld commercio internazionale ad ottobre

Eurozona: surplus di 14 mld commercio internazionale ad ottobre

 
May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 

Migranti: Le Pen, 'fase entusiasmante, via Ue immigrazionista'

Migranti: Le Pen, 'fase entusiasmante, via Ue immigrazionista'

PARIGI - Per Marine Le Pen l'Unione europea è "immigrazionista" e, dopo il minivertice di ieri a Bruxelles, si è ormai di fronte "al totale disfacimento dell'Ue".

"L'Unione europea auspica in realtà che ci sia un'immigrazione forte a destinazione dei paesi Ue - ha detto la presidente del Rassemblement National (ex Front National) questa mattina a France Info - mentre i paesi Ue non si mettono d'accordo. L'Ue è in piena implosione. L'immigrazione deve essere gestita sul piano nazionale da ogni paese, che deve decidere se vuole prendere dei migranti, quanti e come".

Quanto a Matteo Salvini, Le Pen definisce "indegne" le parole del presidente Emmanuel Macron che ha parlato di "peste" alludendo ai movimenti populisti e parla del ministro dell'Interno italiano come di un "amico": "è il primo a dire no ed evidentemente questo sciocca le anime pie che non sopportano si possa cambiare una politica che per 30 anni ha fatto misfatti". "Forse lo troverete un po' brusco - ha aggiunto - io credo che dica le cose tali quali sono ed è quello che si aspettano gli italiani, che all'80% sono d'accordo con lui sulle decisioni prese sull'immigrazione".

Per Marine Le Pen siamo in presenza di un "cambiamento storico", un "momento entusiasmante" in cui si può "rifiutare il diktat di questa Unione europea carcerale cambiandone profondamente la natura".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400