Venerdì 14 Dicembre 2018 | 13:20

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Migranti: Ue, flussi nei Balcani per ora non allarmanti

Migranti: Ue, flussi nei Balcani per ora non allarmanti

BRUXELLES - Il recente incremento dei flussi migratori "in Bosnia-Erzegovina, Albania e Montenegro non è ancora allarmante, l'obiettivo di oggi era di offrire il nostro sostegno e rafforzare l'impegno per evitare insieme il deterioramento della situazione": così il commissario Ue alla Migrazione, Dimitris Avramopoulos, al termine dell'incontro a Bruxelles con i ministri degli Interni dei sei Balcani occidentali per discutere della cooperazione nella gestione dei flussi migratori.

 

"Non ho convocato questa riunione per discutere di una crisi, siamo ben lontani dalla situazione di tre anni fa, il nostro lavoro congiunto ha portato a risultati molto concreti sia sul piano politico che su quello operativo", ha detto Avramopoulos, confermando l'impegno di Bruxelles nell'assistere i sei governi balcanici e l'intesa tra i Paesi per rafforzare la protezione dei confini Ue "mantenendo la libertà di circolazione".

 

"Garantire una gestione efficace delle frontiere e arginare i flussi migratori irregolari, impedendo una nuova crisi, resta una priorità assoluta per l'Unione e per i Balcani occidentali", ha ribadito.

 

Il commissario ha quindi annunciato che il prossimo vertice tra i ministri degli Interni dell'Ue e dei Balcani occidentali si terrà a Tirana il 4 e 5 ottobre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400