Lunedì 17 Dicembre 2018 | 01:17

NEWS DALLA SEZIONE

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 

Un anno da fine costi roaming, benefici per 84% italiani

Un anno da fine costi roaming, benefici per 84% italiani

BRUXELLES - A un anno esatto dalla fine dei sovraccosti del roaming, scattata il 15 giugno 2017, a beneficiarne è l'82% dei cittadini europei che hanno viaggiato nell'ultimo anno, di cui 69% personalmente, e l'84% degli italiani di cui 73% personalmente. E' quanto emerge da un sondaggio Eurobarometro ad hoc sul tema, dove sono soprattutto i giovani tra i 15 e i 24 anni a vedere un chiaro vantaggio nelle nuove regole. I comportamenti sono in fase di cambiamento, con i consumatori che ora utilizzano molto di più lo smartphone quando sono in un altro Paese Ue, con ben il 34% che ne fa un uso come a casa in quanto i costi sono ormai identici. Anche gli operatori tlc, riferisce la Commissione Ue, stanno applicando in modo corretto le regole, mentre i garanti nazionali stanno assicurando la loro attuazione nei 28.

 

In ogni caso, il monitoraggio degli sviluppi di mercato da parte di Bruxelles e delle autorità nazionali continua. "Questo è un esempio di come l'Ue migliora concretamente la vita dei cittadini europei, il 'roam like at home' sta funzionando e sta diventando un'abitudine", ha dichiarato il vicepresidente della Commissione Ue per il mercato unico digitale Andrus Ansip. "I consumatori lo stanno apprezzando, i consumi salgono e - ha concluso - la domanda di servizi mobili quando si viaggia nell'Ue è molto alta, dando benefici a consumatori e operatori allo stesso modo".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400