Martedì 11 Dicembre 2018 | 19:56

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Generalitat Valencia, governo Italia vergognoso

Generalitat Valencia, governo Italia vergognoso

VALENCIA - Il governo italiano sulla vicenda dell'Aquarius ha avuto una posizione "che fa arrossire e vergognare". Non usa mezzi termini Mònica Oltra, la vicepresidenta della Generalitat di Valencia, per criticare la decisione dell'esecutivo gialloverde di chiudere i porti alla nave umanitaria di Sos Mediterranee e Medici Senza Frontiere. 

 

Leader locale di Compromis, formazione vicina a Podemos, e soprattutto, da sempre in prima linea nella difesa dei diritti umani e di una politica solidale, la vice presidente del governo regionale incontra i cronisti italiani al termine di una conferenza stampa passata per metà a rispondere alle domande su che fine facessero i 629 migranti in arrivo, visto che la vicepremier Carmen Calvo ha detto che chi non avrà i requisiti al termine dell'iter per l'accertamento dello status di rifugiato finirà nei Cie che - come in Italia - sono i Centri di detenzione per stranieri che devono essere espulsi.

 

"Comportandosi così - dice dunque la Oltra - il governo italiano manda un messaggio xenofobo, razzista e di esclusione. Un messaggio che sicuramente è in disaccordo con la posizione della maggioranza del popolo italiano. Tutta l'Unione Europea deve riflettere sul dramma del Mediterraneo e tutti i paesi che affacciano su questo mare devono essere paesi di prima accoglienza. L'Unione europea deve essere una terra di pace e non lo è più se si chiudono le frontiere a chi scappa dalle guerre e dalla fame".

 

Una posizione che si fa ancora più chiara quando le si chiede di colui che ha di fatto chiuso i porti italiani obbligando la Aquarius a cercare un altro approdo in Europa, il ministro dell'interno Matteo Salvini. "Mi sorprende molto quello che è accaduto - sottolinea la Oltra - perché la storia d'Italia è molto migliore di quello che si vede in questo momento. Una storia di democrazia e non di razzismo". E' preoccupata? "Si. Mi preoccupa che la storia di questa Italia assomigli più ad una storia da dimenticare che alla vostra vera storia. Una storia - conclude - di partigiani, che è fatta di fratellanza e rispetto dei diritti umani".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400